La paura di parlare in pubblico può essere la manifestazione principale di altri timori, nascosti dentro di noi.

La glossofobia, la paura di parlare in pubblico, ha infatti una natura psicologica ed emotiva che spesso viene trascurata.

Ci si concentra così sull’aspetto pratico e tecnico del Public Speaking e si va a lavorare sulle conseguenze senza intervenire sulle cause che provocano la paura di parlare in pubblico.

Vengono così tralasciate le vere motivazioni, quelle più profonde, che continueranno ad esprimersi attraverso i sintomi classici dell’ansia: sudore freddo, mani appiccicose, bocca secca, sensazione di svenimento, agitazione incontrollata, respiro affannoso, etc.

E via via, a seconda dell’intensità della sensazione provata.

Spegnere l’incendio senza capire cosa l’ho provocato, purtroppo, non gli impedirà di riaccendersi di nuovo, alla prossima occasione.

Se non si agisce sulle emozioni che scatenano queste reazioni quando si prova la paura di parlare in pubblico non si potrà mai arrivare a superarla in maniera definitiva.

Per scoprire le cause occorre un lavoro profondo e mirato che varia da persona a persona.

Tra le tante cause che possono provocare paura di parlare in pubblico, voglio approfondire una delle più complesse: il timore del giudizio degli altri.

Affrontare il timore del giudizio e migliorare l’autostima: un percorso graduale

Il timore del giudizio degli altri è un sentimento diffuso che può influenzare significativamente la qualità della nostra vita. Spesso proiettiamo sugli altri il giudizio che abbiamo di noi stessi, alimentando un ciclo negativo di insicurezza e paura di non essere accettati. Tuttavia, esistono modi per affrontare questo problema e migliorare l’autostima, permettendoci di vivere in modo più sereno e soddisfacente.

Accettazione e conoscenza di sé

Il primo passo verso il superamento del timore del giudizio è accettare sé stessi per quello che si è. Questo significa riconoscere i propri punti di forza e di debolezza senza giudicarsi duramente. Spesso il timore del giudizio nasce da una scarsa considerazione di sé e da un’eccessiva importanza data all’opinione altrui. Imparare a conoscersi e ad accettarsi permette di costruire una base solida su cui lavorare per migliorare l’autostima.

Ho riscontrato, infatti, che molte persone non amano il suono della propria voce e che fanno fatica a riascoltarla, per esempio, nei vocali del cellulare.

In questo video, parlo proprio di questa difficoltà:

Affrontare il giudizio negativo

È importante capire che il giudizio degli altri è spesso influenzato dalle loro prospettive e pregiudizi, non necessariamente da una valutazione oggettiva della nostra persona. Affrontare il giudizio negativo richiede fiducia in sé stessi e consapevolezza del proprio valore intrinseco. Piuttosto che lasciarsi abbattere dalle critiche, è utile cercare di imparare da esse e utilizzarle come spunti per migliorare.

Rompere il ciclo dell’inadeguatezza

La sensazione di inadeguatezza può essere alimentata dal confronto costante con gli altri e da aspettative irrealistiche. È importante ricordare che ognuno ha le proprie sfide e che non esiste un modello unico di successo. Concentrarsi sui propri obiettivi e progressi personali permette di rompere il ciclo dell’inadeguatezza e di costruire un senso di realizzazione autentico e duraturo.

Meno potere al giudizio esterno

Spesso diamo troppo potere alle persone di condizionare la nostra vita, lasciando che il loro giudizio influenzi le nostre decisioni e la nostra autostima. È importante imparare a distaccarsi dall’opinione altrui e a dare più peso alle proprie valutazioni e aspirazioni. Ciò non significa isolarsi dagli altri, ma piuttosto sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie esigenze.

Con il mio corso di Dizione Emotiva lavoro proprio su questi aspetti di consapevolezza delle proprie caratteristiche vocali e personali.

In questo video, ti spiego brevemente come funziona il mio percorso e come può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

La storia di Alberto

Nel prossimo articolo parlerò della storia di Alberto, uno dei miei corsisti, che si è rivolto a me per cercare di superare la paura di parlare in pubblico.

Nei miei tanti anni di studio, consulenza e formazione nella Dizione e nel Public Speaking, ho seguito centinaia di corsisti e mi sono accorto come la paura di parlare in pubblico nasconda, in realtà, la scarsa fiducia in loro stessi e nelle loro capacità.

Me se sono accorto partendo dall’ascolto della loro voce: lo strumento che esprime la nostra personalità, che ci permette di relazionarci con il mondo e del quale spesso sottovalutiamo il potere.

Alberto manifestava proprio questa difficoltà: si sentiva spesso impacciato, insicuro ed era terrorizzato dall’idea di parlare in pubblico.

Sia in ambito professionale sia in ambito personale.

Alberto ha pian piano tirato fuori, quelle che erano le sue reali insicurezze e, grazie al Corso di Dizione Emotiva, è riuscito a superarle, conquistando più fiducia e riuscendo a parlare con voce più sicura ed attraente.

Ma non voglio anticiparti troppo. Ti aspetto al prossimo articolo!

Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura