DIZIONE CORRETTA: COME PARLARE SENZA ERRORI DIALETTALI E DIFETTI DI PRONUNCIA?

ERRORI E DIFETTI DI PRONUNCIA: COME CORREGGERLI

CORSO DI DIZIONE GRATIS ONLINE

I PIU’ COMUNI ERRORI DI PRONUNCIA NELLE REGIONI ITALIANE

Non è sempre semplice parlare senza avere inflessioni dialettali, perché le ascoltiamo quotidianamente entrano a far parte delle nostre abitudini.

Ogni Regione Italiana è caratterizzata dal suo dialetto, che in alcune circostanze è entrato anche a far parte della letteratura e del teatro.

Non temere, però, perché con un buon corso di dizione incentrato sul parlare e la lettura espressiva, potrai risolvere questi piccoli problemi e accentuare moltissimo il tuo charme!

Ma quali sono gli errori più diffusi dovuti all’utilizzo del dialetto?

I PRINCIPALI DIFETTI DI PRONUNCIA E LE INFLESSIONI DIALETTALI NELLE REGIONI ITALIANE  

In Lombardia e in molte zone del Nord Italia la vocale “E” viene pronunciata quasi sempre con un suono chiuso, anche quando dovrebbe essere aperta, come nel caso di: “béne”, “témpo”, “vénto”.

Inoltre in dialetto “lumbard” le consonanti si indeboliscono e capita di sentire “belo” e non “bello”, “alora” e non “allora”, con l’aggravante delle vocali accentate molto allungate.

Nel Lazio, sopratutto a Roma, le vocali aperte e chiuse sono corrette ma si hanno altri difetti di pronuncia.

Ad esempio si ha difficoltà con il gruppo “-GL” e parole come “Sbagliare” e “Aglio”, vengono pronunciate come se non ci fosse il “-GL” e cioé: “Sbaiare” e “Aio”.

Sempre a Roma si ha poi il cosiddetto rotacismo della “L”: la parola “dolce” diventa “dorce”.

Inoltre si ha il passaggio da “NG” a “GN”: “mangiare” diventa “magnare”, “piange” si tramuta in “piagne”.

Inoltre si ha una notevole pigrizia nel pronunciare la doppia “RR” che spesso diventa una “R” sola: per esempio “Errore” si tramuta in “Erore”, “Orrore” diventa “Orore”.

In Campania, invece, i dittonghi “UO” e “IE” sono spesso pronunciati con le vocali chiuse, quando invece dovrebbero essere aperte, come nel caso di: “Buono” e “Niente”. 

Inoltre molti vocaboli che iniziano per “Z” come “Zio” o “Zucchero”, che dovrebbero essere pronunciati con una bella “Z” sonora o aspra, vengono invece erroneamente pronunciati con la “Z”  dolce o sorda di parole come “Zanzara”.

Proseguendo la nostra panoramica regionale verso Sud:

In Puglia si tende a pronunciare i suffissi in – mente, come l’avverbio “Velocemente”, con la “E” aperta.  Invece una dizione corretta prevede che con le parole che terminano in -mente, la “E” è sempre chiusa.

In Calabria, una parola come “Quando” diventa spesso “Quanno”, perché nella parlata locale i nessi “ND” e “NT” si mutano in “NN”, creando quella che in fonetica si definisce un’assimilazione.

In Sicilia solitamente si pronunciano le vocali aperte anche quando dovrebbero essere chiuse, come ad esempio per le “O” della parola “Onore”. Inoltre si raddoppiano le consonanti ad inizio di parola (“Bbravo”, “Ggente”) e la “NS” diventa “NZ” (“Penzare” al posto di “Pensare”).

E potrei proseguire ancora a lungo per farti capire quanti errori di dizione nascano proprio dalle parlate dialettali regionali

CORSO DI DIZIONE CORRETTA: L’IMPORTANZA DEI DIALETTI

Voglio chiarire però una cosa a cui tengo molto: personalmente amo tantissimi i dialetti perché li considero un patrimonio inestimabile della nostra cultura popolare ed è giusto e auspicabile che le parlate locali continuino a convivere accanto alla nostra lingua Italiana Nazionale.

Dobbiamo soltanto imparare a riconoscerne le differenze fonetiche, in modo da correggere il nostro modo di parlare e avere una dizione corretta. 

Se impariamo a riconoscere gli errori più comuni delle nostre parlate locali, possiamo evitare di commetterli quando al lavoro esponiamo verbalmente un nostro progetto, oppure quando prepariamo una presentazione professionale e dobbiamo enunciarla in modo efficace ad una platea di ascoltatori.

Se vuoi raggiungere dei risultati immediati e imparare subito la Dizione Corretta, ti consiglio di frequentare il mio Corso di Dizione & Speaker per migliorare l’impostazione della voce e imparare a parlare al microfono:

CLICCA QUI

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI DIZIONE

DIFETTI DI PRONUNCIA E INFLESSIONI DIALETTALI: COME CORREGGERLI

La dizione corretta è una preziosa alleata in ambito lavorativo professionale e anche nelle relazioni private.

Il carisma non può prescindere da un’eccellente pronuncia, anche perché la voce è tra i mezzi principali che possediamo per affermare il nostro ascendente e per colpire positivamente amici, conoscenti ed estranei.

Pensa, per esempio, a un colloquio di lavoro: coloro che parlano con disinvoltura e senza errori hanno sempre maggiori chance di ottenere il posto.

Anche tu non tenderesti più facilmente ad assumere chi ha una dizione corretta e che già così trasmette subito un’impressione di serietà ed efficienza?

Lo stesso discorso vale per i rapporti interpersonali. Se assimili le regole basilari della dizione corretta, hai più opportunità di essere ascoltato, capito, ammirato.

DIZIONE CORRETTA: CHE COSA SIGNIFICA?

Con questo termine ci si riferisce alla capacità di pronunciare i suoni in maniera ottimale.

Ciò significa non solo articolare bene le sillabe di una parola, ma anche distinguere tra vocali aperte e chiuse, posizionando nel modo giusto la lingua a contatto con il palato e i denti.

Per avere una dizione corretta non basta però conoscere solo le regole di pronuncia, ma sopratutto imparare ad usare la Respirazione Diaframmatica, come ho già spiegato nelle precedenti lezioni del mio Corso di Dizione Gratis Online che ti invito a consultare:

CORSO DI DIZIONE: MIGLIORARE IL TIMBRO DI VOCE

CORSO DI DIZIONE: RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

CORSO DI DIZIONE: ESERCIZI PRATICI ALLO SPECCHIO

Non è un caso che i corsi di dizione siano tanto popolari tra chi vuole intraprendere la carriera di attore e magari anche di doppiatore.

Essere un fine dicitore costituisce un ottimo punto di partenza per esercitare maggiore fascino sulle persone.

È evidente che nella nostra società l’aspetto fisico conta tanto, ma non pochi lo mettono in secondo piano rispetto a una voce pulita, ammaliante, priva di cadenze e accenti particolari.

Chi parla bene è considerato colto e interessante in qualunque contesto. Non ti piacerebbe, quindi, avere una dizione ineccepibile?

Senza dubbio, almeno una volta, avrai riflettuto sull’importanza di avere una buona dizione.

Parlare in modo impeccabile è fondamentale nella vita di tutti i giorni: come si fa a non restare incantati di fronte a un interlocutore che articola le frasi in modo perfetto?

La voce, del resto, è un vero e proprio strumento di seduzione, indispensabile per acquistare punti in più all’orecchio delle altre persone.

All’inizio tutto ciò potrebbe sembrarti complicato, ma niente paura è normale.

Per imparare velocemente a parlare con una dizione corretta, è sempre meglio frequentare un corso di dizione e di lettura espressiva come quelli in cui insegno io.

Se vuoi raggiungere dei risultati immediati e imparare subito la Dizione Corretta, ti consiglio di frequentare il mio Corso di Dizione & Speaker per migliorare l’impostazione della voce e imparare a parlare al microfono:

CLICCA QUI

VAI ALLA PAGINA DEL CORSO DI DIZIONE

DIFETTI DI PRONUNCIA E INFLESSIONI DIALETTALI: PER CORREGERLI RIVOLGITI AD UN “VOICE COACH”

Anche se imparerai a riconoscere i tuoi difetti di pronuncia, non è detto che tu riesca facilmente a risolverli e probabilmente non imparerai velocemente a parlare in modo corretto.

Anzi, se farai questo lavoro su te stesso da solo impiegherai tantissimo tempo e quasi certamente non vedendo risultati immediati finirai col mollare e riprendere le tue vecchie abitudini.

Un corso di dizione tenuto da un insegnante qualificato ti aiuterà a eliminare non solo gli errori connessi al dialetto, ma anche i difetti di pronuncia che non di rado minano anche la nostra autostima e i rapporti interpersonali.

Hai mai sentito parlare delle “dislalie”?

I professionisti del settore della linguistica utilizzano il termine “dislalie” per indicare i disturbi di articolazione dei suoni, che spesso si formano durante l’infanzia e si fanno sempre più marcati con il passare del tempo.

Hai mai incontrato una persona imbarazzata per la propria “R – moscia” o per la “S – sibilante”?

Il primo difetto consiste nell’esprimere la “R” alla maniera “francese”, di solito per una base mandibolare larga o per un frenulo linguale troppo corto; la seconda, comunemente nota come “Zeppola”, porta a pronunciare la “S” come  “TZ”.

Le maggior parte delle dislalie determinate da cattive impostazioni di pronuncia acquisite in tenera età, minano la fiducia che abbiamo in noi stessi, affievoliscono il nostro coraggio di parlare in pubblico e fanno perdere spontaneità nelle relazioni sociali.

Imparare ad vere una dizione corretta significa anche superare questi problemi e magari finalmente stupire gli altri con una parlantina perfetta.

CORSO DI DIZIONE CORRETTA: UN’ARMA VINCENTE ED EFFICACE

Apprendere quindi le regole di una dizione corretta ha una conseguenza importantissima: si impara a essere raffinati dicitori, in grado di sedurre e affascinare ogni tipo di pubblico.

Conoscere queste regole è fondamentale, ma puoi migliorare ulteriormente leggendo ad alta voce e registrandoti per acquisire una maggiore consapevolezza della tua pronuncia.

Come ti dicevo, però, è difficile riuscirci da soli, ed è sempre meglio affidarsi agli insegnamenti di un professionista esperto.

Se vuoi sperimentare il mio metodo pratico, veloce e divertente ti consiglio di iscriverti ad un mio corso di dizione e lettura espressiva, disponibile online dal vivo e personalizzabile in base alle tue esigenze soggettive.

Ricordati che la tua Voce è lo strumento di comunicazione più importante che hai per relazionarti con gli altri e una dizione corretta può essere un ingrediente fondamentale per raggiungere il tuo successo personale.

Se vuoi raggiungere dei risultati immediati e imparare subito la Dizione Corretta, ti consiglio di frequentare il mio Corso di Dizione & Speaker per migliorare l’impostazione della voce e imparare a parlare al microfono:

CLICCA QUI

VAI ALLA PAGINA DEI CORSI