COME COSTRUIRE UNO STUDIO DI REGISTRAZIONE IN CASA: HOME RECORDING STUDIO – TUTORIAL

COME COSTRUIRE UNO
STUDIO DI REGISTRAZIONE IN CASA

TUTORIAL PER CREARE IL TUO

HOME RECORDING STUDIO

Oggi ti aiuterò a costruire un piccolo Home Studio per realizzare degli speakeraggi a casa in modo efficace in un ambiente insonorizzato.

Questo perché, oltre ad avere un microfono e una scheda audio professionali, è indispensabile registrare la tua voce in un luogo insonorizzato per non sentire il riverbero della voce che riecheggia sulle pareti e anche per evitare che rumori provenienti dall’esterno possano rientrare nella registrazione.

UN TUTORIAL PER ABBATTERE I COSTI

Premesso che per realizzare un vero e proprio studio professionale occorrono migliaia di euro, ti suggerirò un metodo efficace e molto economico per realizzare un home studio dalle sonorità soddisfacenti.

Quindi per prima cosa decidi qual è l’ambiente da insonorizzare, prendi bene le misure delle pareti e segui questo tutorial per realizzarlo in poco tempo e con una spesa minima.

Immaginiamo che tu voglia realizzare l’home studio nella tua camera da letto e insonorizzare un angolo della stanza.

COSTRUIRE UNO STUDIO DI REGISTRAZIONE IN CASA: COSA TI SERVE

Ecco tutto il materiale che ti occorre per realizzare il tuo home studio:

4 Pannelli di legno truciolato

12 Pannelli Fono assorbenti di 1 metro quadro

3 Bottigliette di Colla Vinavil da 250 ml

4 Connettori a vite per pannelli a 90° 

COSTRUIRE UN HOME RECORDING STUDIO: DA DOVE INIZIARE?

L’obiettivo è di rivestire ciascun pannello di legno con materiale fono assorbente e assemblare tre pannelli tra di loro e lasciarne uno libero da fissare alla parete di casa.

Presta bene attenzione alla scelta dei pannelli e alle loro dimensioni.

Considerando che l’altezza media di una parete di casa è poco meno di 3 metri, ti servono dei pannelli che non superino questa altezza.

Personalmente ho scelto di acquistare on line dei pannelli di legno le cui dimensioni sono: 2.50 m di altezza x 1.50 di larghezza.

PANNELLI FONO ASSORBENTI PER INSONORIZZARE LE PARETI

Riguardo ai pannelli fono assorbenti ne puoi scegliere di due tipi:

Quelli più professionali, ma anche più costosi, hanno un rivestimento piramidale.

Gli altri, molto più economici, hanno un rivestimento che assomiglia di più a quello delle confezioni per le uova e viene definito di “bugnato”.

Personalmente per il mio home studio ho scelto la soluzione più economica e cioè di acquistare dei pannelli fono assorbenti di “bugnato”.

COSTRUIRE UNO STUDIO DI REGISTRAZIONE IN CASA: TUTORIAL

Visto che i pannelli di legno sono alti 2.50 m, prima di iniziare a lavorare scegli un ambiente spazioso e un po’ arieggiato, ad esempio il tuo balcone di casa se è abbastanza ampio.

Per cominciare sistema sul pavimento il primo pannello di legno.

Poi prendi 2 pannelli fono assorbenti.

Poggiali ai due margini opposti del pannello di legno, in corrispondenza degli angoli laterali.

Come potrai vedere, con i primi due pannelli fono assorbenti da 1 mq. riuscirai a coprire interamente solo i lati della parete di legno.

Resteranno infatti degli spazi vuoti al centro e in alto, ai margini superiori del pannello di legno.

RITAGLIARE I PANNELLI FONO ASSORBENTI

Per compensare lo spazio al centro, prendi un altro pannello fono assorbente da 1 mq. e dividilo esattamente in due parti utilizzando un semplice taglierino.

Per rivestire il margine superiore prendi bene le misure di quanto materiale fono assorbente ti serve e ritaglialo prendendolo da uno degli altri pannelli da 1 mq.

INCOLLARE I PEZZI RITAGLIATI

Ora che hai ritagliato le tessere del puzzle, prima di ricomporle sul pannello di legno, devi incollare i vari pezzi.

Per farlo utilizza il tubetto di Vinavil e spargi la colla sul retro di un pannello per volta, distribuendo uniformemente l’adesivo su tutta la superficie posteriore e senza esagerare con le quantità.

Su ciascun pannello la colla deve aderire bene soprattuto agli angoli, lungo i margini e nella zona centrale.

Ora fai attenzione ad incollare i fono assorbente sulla superficie di legno, sistemando i pezzi esattamente dove vanno.

Fai questa operazione singolarmente in modo da incollare bene ciascun fono assorbente sul pannello di legno, prima di passare al successivo.

Una volta incollati tutti i pezzi del puzzle, lascia che il fono assorbente aderisca bene su tutto il pannello, favorendone la presa con delle leggere pressioni delle mani o magari poggiando per qualche minuto un peso leggero sopra il bugnato.

Ora che la prima parete è pronta, puoi passare a realizzare le altre tre seguendo lo stesso procedimento.

CREARE UN HOME RECORDING STUDIO: ASSEMBLAGGIO DELLE PARETI

Una volta terminato il lavoro, devi completare l’opera sistemando i pannelli all’interno della tua stanza.

Scegli quindi un angolo della camera libero dai mobili e sulla parete di fondo poggia uno dei pannelli di legno su cui hai incollato il fono assorbente.

Questo pannello non devi assemblarlo con gli altri, in modo da lasciare libero un lato da cui entrare e uscire dalla box insonorizzata.

La prima parete di legno, quindi, devi poggiarla al muro mettendola in sicurezza con almeno 4 ganci da parete, in modo da tenerla ben agganciata alle mura ed evitare che possa sbilanciarsi e cadere in avanti.

Una volta completata questa operazione, puoi iniziare ad assemblare tra loro le restanti tre pareti.

Individua la parete centrale e uniscila ad un’altra laterale fissandole tra loro utilizzando i primi due connettori angolari.

Poi unisci anche l’altro pannello alla parete centrale e assemblalo sempre utilizzando altri due connettori.

A questo punto avrai costruito nella tua stanza una mini cabina insonorizzata con una parete fissa al muro e altre tre pareti che potrai facilmente montare e smontare a seconda della frequenza con cui ne farai uso per registrare.

Per smontare le pareti ti basterà infatti svitare gli appositi connettori angolari e sistemarle dove ingombrano di meno, in modo da mantenere sempre nella tua camera un certo decoro estetico.

Essendo la box priva di tetto, per insonorizzare anche il soffitto della stanza ti consiglio di incollare in alto, in corrispondenza delle tre pareti di legno assemblate, almeno un paio di pannelli fono assorbenti, in modo da evitare il riverbero dei suoni verso l’alto.

SCHERMO FONO ASSORBENTE PER IL MICROFONO

Dal momento che si tratta comunque di una box aperta da un lato, per migliorare l’insonorizzazione del tuo ambiente ti consiglio di acquistare on line anche uno schermo fono assorbente da sistemare attorno al microfono.

Si tratta di uno piccolo pannello rivestito di materiale fono assorbente, utilizzato per schermare la zona retrostante il microfono, in modo da evitare il riverbero posteriore e che rientrino rumori esterni.

E’ una soluzione efficace ed economica, per farti un’idea dei costi ti consiglio di cliccare su questa foto e ordinarlo on line su Amazon:

COSTRUIRE UNO STUDIO DI REGISTRAZIONE IN CASA: CONCLUSIONI

Sei arrivato alla fine di questo tutorial che mi auguro ti aiuti a realizzare il tuo home studio.

Se pensi che il mio tutorial sia stato utile e di ispirazione per realizzare una box insonorizzata fatta in casa, ti chiedo di condividerlo con i tuoi amici.

E sopratutto se, seguendo le mie istruzioni, hai realizzato anche tu il tuo home studio personale, scrivilo nei commenti e posta sulla pagina facebook del Blog le foto delle tue creazioni.

Ora che finalmente hai completato il tuo home studio, sei pronto a registrare la tua prima traccia audio per incidere la demo della tua voce o magari iniziare a realizzare un canale podcast.

Prima di iniziare a registrare, però, assicurati di avere letto con attenzione le mie guide on line su come avere una voce da speaker.

E sopratutto, se vuoi veramente lavorare con la voce e intraprendere un cammino professionale, ti consiglio di frequentare uno dei miei Corsi di Speakeraggio e magari iniziare con me un percorso individuale di Voice Coaching.