Impara a dare valore al tuo tempo con l’Ikigai

Impara a dare valore al tuo tempo con l’Ikigai

Nel labirinto intricato della vita, ci troviamo spesso a interrogarci sul significato ultimo della nostra esistenza. Cosa rende veramente appagante la nostra vita? Qual è il nostro scopo?

Domande così profonde possono rimanere senza risposta per anni, ma quando finalmente ci imbattiamo nella chiave per sbloccarle, tutto cambia.

La vita è un viaggio straordinario, ma senza una bussola, rischiamo di perderci nel mare delle infinite possibilità. Trovare il nostro scopo è come trovare quella bussola che ci guiderà attraverso le tempeste e le acque tranquille della vita.

Senza uno scopo, la vita può infatti sembrare vuota e priva di significato. Ci sentiamo persi, alla deriva senza una direzione chiara. Ci sembra di ripetere sempre le stesse azioni, di continuare a fare gli stessi sbagli, di essere intrappolati in una gabbia senza poter uscire mentre il tempo scorre via veloce.

Anche io, ad un certo punto della mia vita, ho avuto bisogno di fermarmi un attimo e di capire dove stessi andando: sentivo il bisogno di intraprendere un percorso di crescita personale per trovare, o ritrovare, motivazione nelle giornate e nelle azioni.

In quel momento, mi è venuto in aiuto il metodo Ikigai.

Ikigai, che significa “ragione di essere”, è un concetto giapponese che abbraccia l’idea di trovare la propria ragione di vita, il punto di convergenza tra passione, missione, professione e vocazione, per ridare significato al proprio tempo.

Questa ricerca non è un momento fine a sé stesso, ma un vero e proprio viaggio che molti di noi intraprendono nella loro vita.

L’Ikigai ci può aiutare, infatti, a ritrovare la bussola, come lo è stato nel mio caso, scoprendo a fondo le mie vere passioni e capacità.

Come trovare il proprio scopo? Il metodo Ikigai, la ricetta segreta per dare sapore alla vita

Il metodo Ikigai ci può aiutare a trovare il percorso per quel tesoro nascosto che è dentro ognuno di noi. Trovare la nostra passione significa trovare il personale ingrediente segreto che rende la vita più saporita e appagante.

Ma attenzione, la passione da sola non basta. Bisogna mettere bene insieme tutti gli ingredienti, bisogna trovare l’equilibrio e cercare la combinazione che meglio interpreta il nostro gusto, che meglio si adatta alle nostre esigenze e desideri: troppo poco e non ha sapore, troppo e si rischia di rovinare tutto.

Trovare l’equilibrio, al giorno d’oggi, non è affatto facile.

Siamo tutti sbilanciati su qualche versante, o ci troviamo in un equilibrio precario, instabile, che può cambiare con un nonnulla.

Il lavoro ci travolge, lavoriamo tanto ma siamo poco soddisfatti, non troviamo tempo per fare altro, tempo che scorre via veloce, e ci sentiamo così quasi inghiottiti dagli impegni e dalle responsabilità. Ci dimentichiamo così che lavoriamo per vivere e non viviamo per lavorare.

Occorre allora un cambio di mindset, di mentalità, per non essere risucchiati e trascinati via dai ritmi frenetici che tolgono sapore e colore ad ogni istante.

Il metodo Ikigai

Il metodo Ikigai ci offre una mappa per navigare il complesso paesaggio interiore alla ricerca del nostro scopo. Alla base di questo modello si trova la ricerca delle passioni che ci infiammano, quelle attività che ci fanno sentire vivi e pieni di energia.

Lo fa attraverso un diagramma a quattro cerchi sovrapposti, ogni sezione rappresenta un ambito della nostra vita:

  1. Passione: quello che amiamo fare.

Quali sono le nostre passioni? Cosa ci fa sentire vivi? Forse è la musica, l’insegnamento o il doppiaggio…

Come trovarle? Iniziamo riflettendo su ciò che amiamo fare e che ci porta gioia e felicità.

Quella o quelle attività che ci coinvolgono completamente e che, alla fine, ci fanno sentire appagati e realizzati. Dove perdiamo la cognizione del tempo e viviamo appieno ogni momento.

  1. Missione: quello di cui ha bisogno il mondo.

Quali sono i bisogni della vostra comunità o della società? Come possiamo contribuire? Forse possiamo ispirare gli altri attraverso il nostro insegnamento o il nostro lavoro.

Ad esempio, durante i miei anni di formatore mi sono accorto che oltre all’insegnamento nel mio Corso di Dizione Emotiva e di Public Speaking per superare la paura di parlare in pubblico, bisognava comprendere a fondo le proprie emozioni, le credenze limitanti e l’influenza del giudizio degli altri su di noi, per imparare a gestirle e raggiungere così i propri obiettivi personali e professionali.

Ecco perché, oltre alle conoscenze delle tecniche di Public Speaking, ho integrato nel mio percorso di Dizione Emotiva le esperienze pratiche nell’ambito della programmazione neuro linguistica e gestione delle emozioni, derivate dalla frequentazione dei Master della Leadership School di Roberto Re, lo studio dell’Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman e gli approfondimenti sulla psicologia e le neuro scienze.

Per realizzare così un percorso che fosse il più completo possibile per ottenere un pieno sviluppo e successo personale e professionale.

  1. Vocazione: dove possiamo portare il nostro contributo.

Quali sono le nostre abilità uniche? Cosa facciamo meglio degli altri? Forse siamo degli ottimi comunicatori o abbiamo una voce straordinaria.

Si può partire da una lista dei propri punti di forza, tutti abbiamo delle abilità che ci caratterizzano e che possono essere messe in combinazione con le altre componenti del nostro diagramma.

Queste competenze queste possono essere implementate e applicate per realizzare la propria missione e passione ed essere utili anche agli altri.

  1. Professione: quello per cui potremmo essere pagati.

Non possiamo ignorare la realtà finanziaria. Quali sono le attività che possono anche sostenerci economicamente? Forse possiamo creare contenuti online o offrire servizi di coaching.

Questo elemento rappresenta ciò per cui si potrebbe essere pagati o ciò che ci permette di avere una sostenibilità economica.

Non si vive di sola passione ma, partendo dalle proprie passioni e competenze, si può capire come e dove possono essere applicate, per sviluppare un contesto lavorativo remunerativo, oppure si possono considerare opportunità di lavoro che siano in linea con il proprio Ikigai.

 

L’Ikigai si trova quindi al centro di queste quattro zone. Quando si riesce a combinare tutti e quattro gli elementi, abbiamo trovato il nostro scopo: il punto d’intersezione tra ciò che amiamo fare, ciò in cui siamo bravi, ciò di cui il mondo ha bisogno e ciò per cui possiamo trovare anche gratificazione professionale ed economica.

La strada per ritrovare la motivazione a raggiungere il successo personale

E quando scopriamo il nostro scopo, tutto magicamente cambia.

La vita diventa più vibrante, più significativa e appagante: ogni giorno diventa un’opportunità per avvicinarci sempre di più a realizzare i nostri sogni e le nostre aspirazioni più profonde.

Anche la nostra comunicazione diventa più chiara ed efficace perché rispecchia il nostro stato d’animo e la nostra determinazione: non dimentichiamo che la voce è l’espressione della nostra personalità.

L’Ikigai poi non è fermo ed immutabile nel tempo: l’uomo è in continua evoluzione e cambiamento quindi anche gli interessi e le passioni possono cambiare, si sviluppano nuove Soft Skills, si fanno dei percorsi di sviluppo personale che ci portano a rimetterci in discussione.

Anche gli incontri che facciamo ci indirizzano verso una scelta piuttosto che un altra e l’Ikigai, che oltre allo schema per trovare il proprio “scopo di vita”, si propone proprio come una filosofia per vivere meglio e godere del proprio tempo, pone grande attenzione sulla condivisione e sui rapporti interpersonali.

Confrontarci con gli altri, trascorrere del tempo insieme alle persone care fa bene al cuore e allo spirito, ci permette di ricaricare le energie e di apprezzare meglio ogni momento.

La vita è come una grande caccia al tesoro, solo che il tesoro siamo noi stessi e il percorso per trovarlo è un po’ meno lineare di quanto ci piacerebbe ammettere. Senza uno scopo chiaro, rischiamo di trovarci a vagare, senza sapere bene dove andare.

Immaginiamo di essere degli esploratori nel deserto della nostra esistenza, armati solo di uno zaino e una mappa del tesoro tutta sbiadita, a volte senza nemmeno quella!

Trovare il proprio scopo è come trovare quella X che segna il punto in cui scoprire il proprio tesoro interiore.

Trovare l’Ikigai significa trovare il proprio tesoro nascosto.

Non sprechiamo tempo: bisogna partire subito alla ricerca.

Buona caccia al tesoro!

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Leggi tutto
Vuoi migliorare nel Public Speaking? Inizia dal mindset!

Vuoi migliorare nel Public Speaking? Inizia dal mindset!

La crescita personale è un viaggio continuo che va alimentato dalla motivazione, da una routine quotidiana strutturata e da un’applicazione costante.

Questi tre pilastri sono essenziali per nutrire la mente di pensieri motivanti e per raggiungere nuovi traguardi, specialmente nel campo del Public Speaking.

Parlare in pubblico è una competenza che richiede non solo tecnica, ma anche un profondo lavoro su sé stessi per superare la difficoltà di parlare in pubblico e costruire fiducia nelle proprie capacità. Tuttavia, molte persone sono limitate dalla paura del giudizio altrui, dalla paura di sbagliare e di fare brutte figure. Questi timori possono influenzare negativamente la nostra autostima e impedirci di provare nuove esperienze.

In questo articolo, esploreremo proprio l’importanza di questi elementi e forniremo cinque consigli pratici per aumentare l’autostima e migliorare nel Public Speaking.

La crescita personale è un viaggio continuo, alimentato dalla motivazione, da una routine quotidiana strutturata e da un’applicazione costante.

Ecco allora 5 consigli pratici e utili che possono aiutarti a riflettere su come parta tutto dalle tua mente e dalla tua volontà.

5 consigli pratici per aumentare l’autostima e migliorare nel Public Speaking

Voglio darti 5 suggerimenti che puoi utilizzare da subito per rafforzare la tua autostima e accrescere le tue capacità nel Public Speaking.

La consapevolezza delle tue caratteristiche uniche vocali, la padronanza e la destrezza nel saperle utilizzare nei vari ambiti e contesti si costruiscono piano piano a partire dalla tua mente.

Avere una bella voce aiuta ma da sola non basta: occorre sviluppare una voce calma, sicura e armoniosa, conoscere le regole della dizione e saper gestire le emozioni, per saper parlare bene in pubblico.

  1. Focalizzati sui punti di forza

Identifica i tuoi punti di forza come oratore e costruisci il tuo discorso su di essi. Che si tratti del tono di voce, dell’uso delle pause o della capacità di raccontare storie, valorizza ciò che fai bene.

  1. Gestisci lo stress con tecniche di mindfulness e di respirazione diaframmatica

La mindfulness può aiutarti a rimanere presente e calmo. Pratica tecniche di respirazione profonda, meditazione o yoga per gestire lo stress prima di un discorso.

  1. Conosci il tuo pubblico

La conoscenza del pubblico ti permette di adattare il tuo discorso alle loro aspettative e interessi, aumentando la tua fiducia. Ricerca chi sono, quali sono i loro bisogni e come puoi soddisfarli.

  1. Prepara e prova il tuo discorso

La preparazione è la chiave del successo. Scrivi il tuo discorso, prova più volte e familiarizza con il contenuto. Questo riduce l’ansia e aumenta la tua sicurezza sul palco.

  1. Accetta gli errori come parte del processo

Nessuno è perfetto! Accettare che gli errori fanno parte del percorso di apprendimento ti permette di affrontare il Public Speaking con un atteggiamento più rilassato e costruttivo.

Praticando in situazioni autentiche, cercando un feedback mirato di un professionista e apprendendo dai grandi oratori, è possibile superare le proprie paure, affinare le proprie abilità e diventare un comunicatore efficace e sicuro di sé.

La chiave sta nell’impegno costante e nella volontà di imparare e crescere continuamente.

Seguendo questi consigli pratici è possibile, pian piano, aumentare l’autostima e affrontare il pubblico con sicurezza, trasformando la paura in un’opportunità di crescita e successo personale.

La motivazione: il motore del successo

La motivazione è la forza che ci spinge ad agire e a perseguire i nostri obiettivi: senza motivazione, anche il compito più semplice può sembrare insormontabile.

La spinta al miglioramento può provenire da varie fonti: il desiderio di migliorare, la passione per un argomento, la necessità di superare una sfida o l’ispirazione di un mentore.

Nel contesto del Public Speaking, la motivazione può nascere dal desiderio di comunicare efficacemente le proprie idee, di influenzare positivamente gli altri o di superare una paura personale.

Ricordiamoci sempre che la voce è l’espressione della nostra personalità!

 Nutrire la Motivazione

Come fare per nutrire la motivazione e mantenerci sempre focalizzati, per migliorare giorno dopo giorno e sviluppare più autostima e consapevolezza delle nostre capacità?

Qualche piccola indicazione per aiutarti:

  1. Stabilisci obiettivi chiari e raggiungibili

Definire obiettivi specifici e realistici ti aiuta a mantenere la concentrazione e a misurare i progressi. Ad esempio, puoi fissarti l’obiettivo di migliorare la tua capacità di mantenere il contatto visivo durante un discorso.

  1. Trova il tuo perché

Chiediti perché vuoi migliorare nel Public Speaking. Trovare una motivazione personale e profonda ti aiuterà a mantenere l’impegno anche nei momenti di difficoltà e ti sosterrà se dovrai affrontare qualche momento di difficoltà.

  1. Visualizza il successo

Immagina te stesso mentre parli con sicurezza e ricevi applausi. Come ti senti? La visione del traguardo, la sensazione di successo e benessere che provi solo immaginando di raggiungerlo può aumentare la tua motivazione. La visualizzazione positiva è, infatti, una tecnica potente per preparare la mente al successo.

La routine quotidiana: la forza delle buone abitudini

Una routine quotidiana ben strutturata è fondamentale per creare abitudini positive e mantenere la disciplina necessaria per il miglioramento personale. Stabilire una routine aiuta a ridurre l’incertezza e a dedicare tempo specifico al miglioramento delle proprie competenze.

Il tempo è sempre poco, siamo presi da mille impegni e non è facile gestirlo al meglio, ecco perché un’organizzazione più attenta e precisa può aiutarci ad evitare episodi di stress e a pianificare meglio anche la distribuzione delle energie durante la giornata.

Creare una routine efficace

Scegli un momento della giornata e ritagliati del tempo per te e per i tuoi obiettivi. Fai un piccolo passo in avanti ogni giorno!

  1. Fai pratica regolare

Dedica un tempo specifico ogni giorno alla pratica del Public Speaking. Anche sessioni brevi ma costanti possono fare una grande differenza nel lungo periodo.

  1. Includi esercizi di rilassamento e respirazione

Tecniche di rilassamento e respirazione possono aiutarti a gestire l’ansia e a mantenere la calma durante un discorso. Inserisci questi esercizi nella tua routine quotidiana per migliorare il controllo emotivo.

 

  1. Registra i tuoi progressi

Annotare i tuoi progressi, le difficoltà incontrate e le soluzioni trovate può aiutarti a rimanere consapevole del tuo percorso di miglioramento e a mantenere alta la motivazione.

L’applicazione costante: la chiave del successo

Si dice che “la goccia scava la roccia”, eppure si tratta di semplice acqua.

La sua potenza è nella costanza e nella ripetizione.

La costanza nell’applicazione è ciò che trasforma l’impegno in risultati concreti. Senza una pratica costante, la motivazione e la routine rischiano di perdere efficacia. La pratica regolare permette di affinare le competenze e di costruire la fiducia necessaria per affrontare il pubblico con sicurezza.

La pratica costante

Si tratta di essere continui nell’ allenamento, come fanno gli sportivi. Loro si esercitano duramente e quotidianamente per raggiungere risultati eccezionali. Anche noi, nel nostro piccolo, possiamo raggiungere grandi traguardi.

  1. Simula situazioni reali

Oltre a praticare da solo, cerca opportunità per parlare di fronte a un pubblico reale, anche se piccolo. Le simulazioni aiutano a familiarizzare con l’ambiente e a gestire l’ansia in situazioni reali.

All’inizio sarà molto difficile ma, uscire dalla tua zona di comfort, ti aiuterà a sviluppare nuove soft skills e a tirare fuori la tua personalità.

  1. Cerca i feedback

Chiedere feedback a colleghi, amici o mentori ti permette di identificare aree di miglioramento e di affinare le tue abilità. Il feedback costruttivo è essenziale per crescere.

Non avere paura di chiedere “Come è andato il mio intervento? Era chiaro?” perché è proprio da lì che puoi partire per migliorare. Chi ti ascolta e consiglia in maniera costruttiva è il tuo primo sostenitore e partner nel tuo processo di miglioramento.

  1. Trova l’ispirazione

Studia i grandi oratori e cerca di comprendere le tecniche che utilizzano. Ispirarsi a modelli di successo può fornire nuove idee e strategie da integrare nella propria pratica.

Guarda e ascolta i discorsi di oratori celebri come Martin Luther King Jr., Winston Churchill, Steve Jobs e altri. Studia come strutturano i loro discorsi, usano la voce, gestiscono le pause e interagiscono con il pubblico.

Anche i grandi oratori non sono nati tali ma hanno affinato le loro abilità attraverso anni di pratica e studio. Osservare e imparare da questi maestri può fornire preziose lezioni ed essere fonte di ispirazione.

 

  1. Registrazioni Video

Registra le tue presentazioni e riguardale con occhio critico. Analizzare le tue performance ti aiuta a individuare errori che potresti non notare in tempo reale, come tic verbali, posture scomode o l’uso inefficace degli spazi.

Inoltre, saper padroneggiare il Video Public Speaking è una competenza sempre più richiesta e apprezzata in diversi ambiti, da quello professionale a quello Social.

  1. Lettura di biografie e manuali

Leggi libri e biografie di grandi oratori per comprendere le loro tecniche e approcci. Manuali e corsi di Public Speaking spesso includono studi di caso e analisi di discorsi famosi, fornendo strumenti pratici da applicare nelle proprie presentazioni.

Integrare le tecniche dei modelli di successo nella propria pratica non significa imitare, ma adattare ciò che funziona bene agli aspetti unici del proprio stile di comunicazione.

  1. Corsi e Workshop

Partecipa a corsi di formazione e workshop tenuti da esperti di Public Speaking. Questi corsi offrono opportunità di apprendimento pratico e feedback immediato da professionisti del settore.

Il mio corso di Dizione Emotiva, ad esempio, può aiutarti in maniera pratica e concreta a gestire meglio le emozioni, superare la paura di parlare in pubblico e migliorare nel Public Speaking.

La paura del giudizio e la paura di sbagliare

Uno dei maggiori ostacoli al miglioramento nel Public Speaking è la paura del giudizio altrui.

Temiamo, infatti, di essere criticati, di fare brutte figure e di non essere all’altezza. Questa paura può paralizzare, limitando le nostre possibilità e impedendoci di esplorare nuove opportunità.

La voce, in quanto espressione della nostra personalità, riflette le nostre emozioni e la nostra sicurezza interiore. Migliorare nel Public Speaking richiede prima di tutto un cambiamento mentale: dobbiamo accettare che sbagliare fa parte del processo di apprendimento e che il giudizio degli altri non definisce il nostro valore.

A volte siamo noi stessi, in primis, a causa delle nostre credenze limitanti, a partire demoralizzati sulla riuscita delle nostre attività.

Niente di più sbagliato! Se pensi che non riuscirai in quell’intento è inutile anche provare.

Ma quante opportunità ti perdi così?

Eviti allora di fare domande in pubblico durante un evento, hai paura di parlare al microfono, hai difficoltà nel rispondere al telefono, temi di fare una brutta figura a causa della tua cadenza dialettale

Vedi quanto è importante avere una buona capacità di usare bene la voce? In tutti i giorni, in ogni momento, ci viene chiesto di esprimerci e di usare la nostra voce.

 

Come può aiutarti il Corso di Dizione Emotiva

La Dizione Emotiva, la mia innovativa tecnica di Public Speaking, nasce dalla fusione tra:

  1. Le tradizionali tecniche e gli esercizi pratici della Dizione Classica, come ad esempio il classico esercizio della matita tra i denti per scandire bene le parole.
  2. Le esperienze pratiche nell’ambito della programmazione neuro linguistica e gestione delle emozioni, che ho acquisito frequentando i Master della Leadership School di Roberto Re
  3. La passione personale per lo studio della Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman, con una particolare propensione per la psicologia e le neuro scienze.

La Dizione Emotiva è la risultante di tutte queste componenti, che sono andate a confluire nel mio Corso di Public Speaking e Comunicazione Efficace Assertiva, in cui la utilizzo per aiutare le persone a:

  1. Vincere la paura di parlare in pubblico e superare l’ansia e l’insicurezza, generate dal timore del giudizio degli altri;
  2. Sapere gestire e controllare le emozioni negative, anche con l’aiuto della tecnica della respirazione diaframmatica;
  3. Imparare i 7 strumenti pratici di fonetica e prosodia per migliorare il timbro vocalee parlare con voce più sicura, autorevole e attraente.

Scopri anche tu come si articola il Corso di Dizione Emotiva e come questo metodo di Public Speaking può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

Con la crescita personale e questo approccio unico, potrai migliorare la tua comunicazione efficace e persuasiva, diventando un oratore più sicuro e autorevole.

Il metodo di Public Speaking della Dizione Emotiva è perfetto per superare la paura di parlare in pubblico. Informati su come puoi migliorare la tua crescita personale attraverso la comunicazione efficace e raggiungere i tuoi obiettivi!

Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    5 consigli pratici +1 per migliorare la voce e creare un podcast

    5 consigli pratici + 1 per migliorare la voce e creare un podcast

    Cos’è un podcast e perché è importante avere una voce bella, chiara e armoniosa?

    Un podcast è una serie di contenuti audio o video, solitamente presentati in episodi, che possono essere scaricati o trasmessi in streaming su vari dispositivi digitali.

    I podcast coprono una vasta gamma di argomenti, dalla narrativa alla politica, dalla cultura pop alla scienza, e stanno prendendo sempre più piede nella fruizione quotidiana di contenuti per la loro facilità di ascolto, anche mentre sei in viaggio o sui mezzi.

    Avere una voce bella, chiara e armoniosa è cruciale per il successo di un podcast.

    La voce, infatti, permette agli ascoltatori di comprendere facilmente ciò che viene detto, ci permette di esprimere le nostre emozioni e di coinvolgere chi ci ascolta.

    Una voce chiara evita fraintendimenti e rende l’ascolto un’esperienza piacevole, una voce calma aiuta a mantenere l’attenzione degli ascoltatori e a trasmettere fiducia e autorevolezza.

    Infine, una voce armoniosa cattura l’interesse degli ascoltatori, li coinvolge emotivamente e li incoraggia a continuare l’ascolto.

    In questo video, fornisco una spiegazione chiara su Come creare il tuo Podcast di successo e promuovere la tua attività:

    Errori comuni nell’utilizzo della voce

    Quando si utilizza la voce per un podcast, è facile commettere errori che possono compromettere la qualità della registrazione e l’esperienza dell’ascoltatore.

    Saper utilizzare bene il microfono, come insegno nel mio corso di Dizione e nel mio corso Come diventare Lettore di Audiolibri, avere dimestichezza con gli strumenti e i software per la registrazione e saper usare bene la propria voce sono delle competenze che spesso vengono trascurate e che invece sono fondamentali per creare un buon podcast e coinvolgere chi ci ascolta.

    Dai anche un’occhiata alla mia playlist su YouTube dove ho raccolto degli utili tutorial su come utilizzare il microfono e registrare un podcast.

    Ecco alcuni degli errori più comuni che si fanno quando ci si approccia al mondo dei podcast:

    1. Non fare attenzione alla dizione

    La dizione influenza la chiarezza con cui vengono pronunciate le parole. Non curare la dizione può portare a incomprensioni e annoiare gli ascoltatori.

    Parlare troppo velocemente e non scandire bene le parole sono due difetti che possono rendere l’ascolto difficile da seguire e la comprensione incompleta. Due grosse difficoltà per chi ci ascolta.

    Spesso, una dizione scorretta è dovuta a una scarsa consapevolezza del modo in cui si articolano i suoni, invece essere consapevoli della propria dizione e conoscere le tecniche per correggere eventuali difetti, richiede pratica e ascolto critico di sé stessi.

    1. Mangiarsi le parole

    Questo errore si verifica quando si parla troppo velocemente e non si termina completamente la parola.

    Mangiare le parole rende difficile per gli ascoltatori seguire il discorso e può dare un’impressione di disattenzione o mancanza di professionalità.

    Questo problema può essere aggravato da emozioni come l’ansia o l’eccitazione, che possono portare a un’accelerazione del ritmo senza rendersene conto.

    1. Volume basso o troppo alto

    Un volume di voce inadeguato può compromettere seriamente la qualità del podcast: un volume troppo basso può costringere gli ascoltatori a sforzarsi per ascoltare, mentre un volume troppo alto può risultare fastidioso e stancante.

    La gestione del volume e del timbro di voce, o timbro vocale, richiede una consapevolezza costante e una verifica regolare attraverso vari ascolti.

    Come insegno nel mio Corso di Dizione Emotiva, inoltre, le emozioni come la timidezza o l’insicurezza possono portare a un volume troppo basso, a causa del respiro bloccato o rallentato, mentre la rabbia o l’entusiasmo eccessivo possono causare un volume troppo alto.

    In questo caso, è di fondamentale importanza saper gestire le proprie emozioni e controllare gli stati di apprensione, per superare la paura di parlare in pubblico e il timore del giudizio degli altri.

    1. Tono di voce noioso

    Un tono di voce monotono può facilmente annoiare gli ascoltatori e può essere il risultato di una mancanza di energia o di una scarsa consapevolezza delle proprie capacità vocali.

    In molti casi, le emozioni come l’insicurezza o lo stress possono influenzare negativamente il tono di voce, rendendolo piatto e privo di vitalità.

    A volte, può essere anche il condizionamento dovuto alle credenze limitanti sulla nostra riuscita, la paura del giudizio degli altri, a bloccarci davanti al microfono.

    Un po’ di emozione è normale, tuttavia potrebbe compromettere la perfetta riuscita della nostra registrazione.

    1. Poca consapevolezza della propria respirazione

    Una respirazione inadeguata può portare a interruzioni frequenti e a una voce debole. Saper controllare la respirazione è essenziale per mantenere una voce stabile e continua.

    La respirazione è spesso influenzata dallo stato emotivo: ansia e nervosismo possono portare a una respirazione superficiale e affrettata, mentre una respirazione calma e profonda può migliorare notevolmente la qualità della voce.

    Imparare la respirazione diaframmatica aiuta a controllare meglio la respirazione, come sottolineo in questi video, realizzato in collaborazione con un osteopata:

    Cinque consigli pratici (+ 1 extra) per migliorare la voce

    Migliorare la propria voce richiede impegno, consapevolezza e tanta pratica perché avere una bella voce è un ottimo inizio ma da sola non basta per parlare bene in pubblico e registrare un podcast. 

    Ecco cinque consigli pratici per sviluppare una voce chiara, calma e affascinante:

    1. Esercizi di respirazione

    La respirazione è la base di una buona voce. Praticare esercizi di respirazione diaframmatica può aiutare a migliorare il controllo della voce e a evitare interruzioni.

    Un semplice esercizio consiste nel respirare profondamente, riempiendo i polmoni d’aria, e poi espirare lentamente contando fino a dieci. Questo esercizio aiuta a sviluppare una respirazione più profonda e controllata.

    Inoltre, è utile fare esercizi di respirazione regolari per ridurre l’ansia e migliorare il controllo vocale. Ad esempio, la tecnica del “respiro quadrato” (inspirare per quattro secondi, trattenere per quattro secondi, espirare per quattro secondi, e trattenere di nuovo per quattro secondi) può aiutare a calmare il sistema nervoso e migliorare la qualità della voce.

    In questo video ti spiego come funziona la respirazione diaframmatica:

    1. Dizione e articolazione

    Per migliorare la dizione, è utile praticare scioglilingua ed esercizi di articolazione.

    Inoltre, leggere ad alta voce articoli o libri può essere un ottimo allenamento per l’articolazione, come insegno nel mio corso specifico Come diventare Lettore di Audiolibri e in questo articolo dove parlo dei 5 step fondamentali per avvicinarsi a questa affascinante professione.

    La consapevolezza della propria articolazione può essere migliorata registrandosi e riascoltandosi criticamente.

    È importante identificare le parole che vengono spesso mangiate o pronunciate in modo impreciso e concentrarsi su di esse durante gli esercizi. Questo processo può essere facilitato dall’ascolto di modelli vocali professionali e dal confronto con la propria voce.

    Ecco il video famoso esercizio con la matita, uno dei più utili e conosciuti:

    1. Controllo del volume

    Per mantenere un volume della voce appropriato, è importante fare delle prove di registrazione e ascoltarsi.

    Utilizzare un microfono di buona qualità e regolare la distanza dal microfono può aiutare a mantenere un volume costante. Inoltre, è utile chiedere feedback da altre persone per assicurarsi che il volume sia adeguato.

    Aiutandoti con la respirazione, quantità di aria per far vibrare le corde vocali….

    1. Variazione del tono

    Per evitare un tono monotono, è utile esercitarsi a variare l’intonazione. Leggere un testo con emozioni diverse, come gioia, tristezza, sorpresa o rabbia, può aiutare a sviluppare una gamma di tonalità più ampia. Questo non solo rende il podcast più interessante, ma aiuta anche a trasmettere meglio le emozioni e il significato delle parole.

    Inoltre, è importante essere consapevoli dell’uso del ritmo e della pausa nel discorso. Le pause strategiche possono creare suspense e dare tempo agli ascoltatori di assimilare le informazioni, mentre un ritmo variabile mantiene l’attenzione e evita la monotonia. La pratica di questi elementi può essere migliorata ascoltando e analizzando i podcast di successo e cercando di emulare le loro tecniche vocali.

    1. Cura della voce

    La voce è uno strumento delicato e deve essere curata adeguatamente. Evitare di sforzare la voce, idratarsi bene e fare pause regolari può prevenire affaticamenti vocali. Inoltre, è consigliabile evitare di fumare e limitare il consumo di alcol e caffeina, che possono irritare le corde vocali. Fare esercizi di riscaldamento vocale prima di registrare, come humming (ronzio) o vocalizzi, può aiutare a preparare la voce.

    La cura della voce include anche un’adeguata gestione dello stress e del benessere emotivo con il corso di Dizione Emotiva. Le emozioni influenzano direttamente la qualità della voce; stress e tensione possono causare rigidità vocale, mentre la calma e il rilassamento migliorano la fluidità e la naturalezza del discorso.

    Consiglio extra: feedback e coaching

    Ricevere feedback da parte di colleghi o, meglio ancora con un vocal coach professionista e può essere estremamente utile nel migliorare le proprie abilità vocali. Un’occhiata esterna può fornire prospettive preziose e consigli pratici su come affinare la propria voce per massimizzare l’impatto del podcast.

    Inoltre, registrare regolarmente e ascoltare le proprie registrazioni può aiutare a identificare eventuali aree di miglioramento e a monitorare i progressi nel tempo. Prendere nota di eventuali abitudini vocali negative e lavorare per correggerle gradualmente.

    Ti invito a prenotare una call gratuita per valutare la tua dizione e le tue capacità vocali.

    Come migliorare la voce con il Corso di Dizione Emotiva

    Migliorare la propria voce per fare un podcast richiede pratica e consapevolezza. Con esercizi mirati e l’attenzione a evitare errori comuni, è possibile sviluppare una voce chiara, calma e affascinante che cattura l’interesse degli ascoltatori e rende l’ascolto un’esperienza piacevole. Ricordarsi che la voce è uno strumento potente e che, con la giusta cura e allenamento, può fare la differenza tra un podcast mediocre e uno di successo.

    Essere consapevoli delle proprie emozioni e lavorare attivamente per migliorare la propria performance vocale non solo migliora la qualità del podcast, ma può anche contribuire a una maggiore fiducia in sé stessi e a una comunicazione più efficace in generale.

    Durante la mia lunga esperienza come speaker, attore e doppiatore, vocal coach e podcaster, mi sono accorto che, oltre alla conoscenza delle tecniche di Dizione e Public Speaking, occorreva infatti un lavoro approfondito sulla consapevolezza della propria voce e delle proprie emozioni.

    Le tecniche sono fondamentali, tuttavia possono fornire un supporto limitato se non sostenute da un percorso che aiuta nella comprensione e nella gestione delle emozioni.

    Per questo ho creato il mio corso di Dizione Emotiva.

    Il corso di Dizione Emotiva per migliorare nel Public Speaking

    La Dizione Emotiva, la mia innovativa tecnica di Public Speaking, nasce dalla fusione tra:

    1. Le tradizionali tecniche e gli esercizi pratici della Dizione Classica, come ad esempio il classico esercizio della matita tra i denti per scandire bene le parole.
    2. Le esperienze pratiche nell’ambito della programmazione neuro linguistica e gestione delle emozioni, che ho acquisito frequentando i Master della Leadership School di Roberto Re
    3. La passione personale per lo studio della Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman, con una particolare propensione per la psicologia e le neuro scienze.

    La Dizione Emotiva è la risultante di tutte queste componenti, che sono andate a confluire nel mio Corso di Public Speaking e Comunicazione Efficace Assertiva, in cui la utilizzo per aiutare le persone a:

    1. Vincere la paura di parlare in pubblico e superare l’ansia e l’insicurezza, generate dal timore del giudizio degli altri;
    2. Sapere gestire e controllare le emozioni negative, anche con l’aiuto della tecnica della respirazione diaframmatica;
    3. Imparare i 7 strumenti pratici di fonetica e prosodia per migliorare il timbro vocale e parlare con voce più sicura, autorevole e attraente.

    Scopri anche tu come si articola il Corso di Dizione Emotiva e come questo metodo di Public Speaking può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

    Con la crescita personale e questo approccio unico, potrai migliorare la tua comunicazione efficace e persuasiva, diventando un oratore più sicuro e autorevole.

    Il metodo di Public Speaking della Dizione Emotiva è perfetto per superare la paura di parlare in pubblico. Informati su come puoi migliorare la tua crescita personale attraverso la comunicazione efficace e raggiungere i tuoi obiettivi!

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    Come avere una bella voce e parlare bene in pubblico

    Come avere una bella voce e parlare bene in pubblico

    Nel mondo del Public Speaking, l’abilità di comunicare in modo efficace è fondamentale per influenzare e coinvolgere il pubblico.

    Due elementi chiave in questo contesto, che spesso vengono confusi tra loro sono avere una bella voce e sapere usarla bene.

    Tuttavia, è importante comprendere che avere una bella voce e saper parlare bene sono due concetti distinti, anche se complementari, ed entrambi sono cruciali per comunicare bene e farti comprendere al meglio da chi ti ascolta.

    Nel mondo aziendale, la capacità di comunicare in modo efficace è essenziale per i manager e i dirigenti che si trovano spesso ad affrontare convegni, conferenze, riunioni e presentazioni.

    Non da meno nelle attività di tutti i giorni, è un peccato doversi trovare in alcune situazioni ed avere difficoltà a parlare in pubblico, non saper gestire le emozioni e non usare al meglio la voce, sprecando numerose occasioni.

    Per superare la paura di parlare in pubblico e padroneggiare l’arte del Public Speaking non basta avere una bella voce ma occorre anche una buona dizione.

    Vediamo insieme come migliorare la dizione, potenziare il Public Speaking e sviluppare una voce calma e melodiosa.

    La differenza tra avere una bella voce e saper parlare bene

    Tra avere una bella voce e parlare bene c’è una bella differenza!

    Molte persone infatti pensano che sia la stessa cosa o che avere una bella voce sia già abbastanza.

    Indubbiamente, una voce profonda in un uomo e una voce melodiosa in una donna esercitano un certo fascino su chi le ascolta ma bisogna anche conoscere e applicare tutte le regole della dizione e del Public Speaking per imparare ad usare bene la voce e parlare con sicurezza in pubblico.

    Avere un bel timbro vocale

    Avere una bella voce è spesso associato alla piacevolezza dell’ascolto.

    È una combinazione di fattori genetici, tono e volume che possono essere naturali.

    Con la respirazione diaframmatica possiamo migliorare sia il timbro, che può diventare più profondo, sia le intonazioni, per renderla più melodioso.

    Una bella voce può essere riconosciuta istantaneamente e può suscitare un’emozione positiva nell’ascoltatore.

    In un contesto aziendale, una bella voce può infatti fare la differenza nel catturare e mantenere l’attenzione dell’audience.

    Inoltre, una voce piacevole e ben modulata può trasmettere fiducia, autorità e professionalità: elementi fondamentali per un manager o un dirigente.

    Sapere parlare bene

    Avere un buon eloquio riguarda invece la chiarezza e la precisione nella pronuncia delle parole, la fluidità del discorso, la corretta enfasi sulle parole chiave e la capacità di trasmettere il messaggio in modo comprensibile e coinvolgente.

    La capacità di articolare chiaramente le parole, di pronunciare correttamente e di modulare la voce con enfasi è essenziale per mantenere l’attenzione del pubblico e per far sì che il messaggio sia recepito ed assimilato efficacemente.

    Una buona dizione è fondamentale per garantire che il messaggio sia trasmesso senza fraintendimenti e che l’ascoltatore possa seguire il discorso senza sforzo.

    Perché è importante avere una bella voce e una buona dizione per parlare bene pubblico

    Nel contesto del Public Speaking, avere una bella voce può catturare l’attenzione del pubblico e creare un’atmosfera positiva.

    Tuttavia, è la combinazione di una bella voce e una buona dizione che permette di trasmettere il messaggio in modo efficace e pienamente comprensibile.

    Una voce piacevole può attirare l’attenzione, ma è la chiarezza e la precisione della dizione che consentono a chi ascolta di mantenere l’attenzione e di comprendere appieno il contenuto del discorso.

    Nel contesto aziendale, per manager e team leader, l’abilità di utilizzare voce e dizione in modo efficace può fare la differenza tra un discorso noioso e monotono e uno coinvolgente e ricco di verve.

    Ecco perché è importante sia avere una bella voce e sia saper parlare bene per sviluppare due caratteristiche molto importanti: la persuasione e il coinvolgimento emotivo.

    – La persuasione

    Una voce sicura e ben modulata trasmette fiducia e autorità, elementi fondamentali per convincere l’audience della validità delle proprie idee e proposte.

    Una dizione precisa e chiara, inoltre, rende il messaggio più convincente e persuasivo.

    – Il coinvolgimento emotivo

    Una voce espressiva e una buona dizione possono aiutare a mantenere l’attenzione dell’audience durante l’intera presentazione.

    La capacità di modulare la voce, poi, di variare l’intonazione e di enfatizzare le parole chiave rende il discorso più interessante e coinvolgente per il pubblico.

    5 Consigli per esprimere tutto il potenziale della voce e della dizione nel Public Speaking

    Nella mia lunga esperienza come formatore di Dizione e Public Speaking, mi è capitato di incontrare persone di entrambe le categorie: con una bella voce ma incapaci di saperla usare al meglio e con una voce, secondo loro, meno bella ma con buone doti di comunicazione.

    Il mio lavoro è stato valorizzare le loro doti e aiutarli a migliorare, accompagnandoli in un processo di acquisizione di una maggiore consapevolezza delle proprie capacità e gestione delle proprie emozioni, unite alla padronanza delle tecniche di Public Speaking.

    Questi 5 consigli, pratici e concreti, ti saranno molto utili in un primo approccio alla conoscenza delle caratteristiche della tua voce e alla consapevolezza nel suo utilizzo.

    1. Imparare a respirare con il diaframma

    Se non porti benzina, cioè aria, al tuo motore, il tuo apparato vocale, questo non potrà mai funzionare bene ma, purtroppo, ti troverai a dover gestire la respirazione con difficoltà andando in apnea e rimanendo così letteralmente senza fiato.

    Anche se hai una bella voce, un bel modo di parlare e una buona preparazione per il tuo intervento, se non sai respirare bene, tutti i tuoi sforzi saranno, ahimè, vani.

    La respirazione diaframmatica ti permetterà di gestire al meglio il flusso d’aria che entra ed esce dai tuoi polmoni, rilassando insieme la tua muscolatura e aumentando la concentrazione.

    Impara a respirare correttamente per sfruttare appieno il potenziale della tua voce. Il respiro profondo e controllato ti permette di mantenere una voce stabile e di proiettarla con sicurezza senza affaticarti.

    Prenditi qualche minuto ogni giorno per fare una serie di respiri, lunghi e profondi. Fai questo prima ancora di aprire la bocca.

    1. Impara ad articolare bene le parole

    Dedica del tempo ogni giorno alla pratica della voce e della dizione.

    Esercizi come la lettura ad alta voce, la declamazione di poesie o la registrazione di te stesso possono aiutarti a migliorare la tua capacità di comunicare in modo chiaro ed efficace.

    Focalizzati sull’articolazione chiara delle parole, facendo attenzione alla pronuncia corretta e alla modulazione della voce.

    1. Impara a gestire il volume della tua voce e la velocità del parlare

    Sperimenta con variazioni nell’intonazione e nel ritmo del tuo discorso per mantenere l’interesse dell’audience e trasmettere emozione ed enfasi.

    Evita di affrettare il discorso e prenditi il tempo necessario per pronunciare ogni parola con cura.

    Un ritmo troppo veloce o un volume troppo alto sono spesso sinonimi di scarso interesse, fretta eccessiva, aggressività o conoscenza delle proprie caratteristiche vocali.

    Al contrario, un ritmo troppo lento o un volume troppo basso può rendere difficoltosa la comprensione e annoiare chi ti ascolta.

    1. Rispetta le tecniche della prosodia

    Sperimenta con variazioni nell’intonazione e nel ritmo del tuo discorso per mantenerlo interessante e coinvolgente.

    Utilizza pause strategiche ed enfatizza le parole chiave per evidenziare concetti importanti e catturare l’attenzione dell’uditorio.

    1. Migliora la dizione

    Un corso di dizione, meglio se seguito con un professionista, può essere un primo passo per capire come e dove lavorare.

    Questo ti aiuterà anche ad eliminare difetti di pronuncia, flessioni dialettali e cantilene tipiche della regione di appartenenza che, in alcuni contesti, possono risultare fastidiosi.

    Per alcune professioni poi avere una pronuncia corretta è un requisito indispensabile: pensiamo a posizioni di front office o a livelli manageriali.

    Chiedi inoltre un feedback ad un professionista per identificare le aree di miglioramento nella tua voce e nella tua dizione e impegnati nel migliorare costantemente le tue abilità comunicative.

    Puoi chiedere una prima consulenza gratuita, per avere un parere professionale sulla tua voce e la qualità della tua dizione direttamente qui.

    Dedica del tempo regolarmente alla pratica della voce e della dizione, utilizzando esercizi specifici per migliorare entrambi gli aspetti.

    Registra o video registra le tue prove per riascoltarti o rivederti e fare correzioni: avere una bella voce e saper parlare bene nei video, così come saper usare bene il microfono, rappresentano delle Soft Skills molto richieste nel mondo del lavoro.

    A tale proposito, mi ricordo di un mio allievo Giovanni, che si è rivolto a me proprio per migliorare le sue competenze: Giovanni aveva già un’esperienza con i video ma aveva una voce poco melodiosa e voleva eliminare una fastidiosa cadenza dialettale.

    Adesso mi preme spiegarti come, nel corso della mia attività professionale come docente di corsi di Dizione e corsi di Public Speaking, ho compreso che dietro alla paura di parlare in pubblico e alla difficoltà nell’utilizzo fluido e sicuro della propria voce, si possono nascondere dei disagi emotivi. 

    Il mio percorso di Dizione Emotiva, invece, parte proprio dall’approfondimento della conoscenza di eventuali blocchi comunicativi e dallo studio delle tecniche di gestione delle emozioni.

    In questo video potrai conoscere quali sono i 7 strumenti fondamentali che insegno nei miei Corsi di Dizione Emotiva, l’innovativo metodo di Public Speaking con cui ho già aiutato centinaia di persone a superare la Paura di Parlare in Pubblico:

    Il mio obiettivo è infatti aiutare i miei corsisti ad avere una voce più sicura, attraente e autorevole, applicando gli strumenti fondamentali della Dizione pratica, il Public Speaking e la Comunicazione Efficace.

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me.

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    Mettiamoci la faccia e la voce: Video Public Speaking e Personal Branding

    Mettiamoci la faccia e la voce: Video Public Speaking e Personal Branding

    Il Video Public Speaking è diventato un elemento fondamentale nel mondo contemporaneo.

    Dal momento in cui abbiamo cominciato a trasmettere messaggi attraverso schermi digitali, la nostra voce e la nostra immagine hanno assunto un ruolo cruciale nella nostra comunicazione. Questo non riguarda solo il mondo del business o dell’intrattenimento, ma anche la nostra vita personale.

    Attraverso i video, ci esprimiamo, ci connettiamo e definiamo la nostra immagine.

    Sempre più aziende e agenzia di lavoro richiedono ai loro candidati di inviare un video curriculum per presentarsi, questo per valutare, oltre alle loro esperienze, anche le loro capacità comunicative e la loro disinvoltura davanti alla telecamera.

    Ma cosa succede quando la paura di vederci in video ci blocca? E come possiamo usare al meglio la nostra voce per superare questa paura e rafforzare il nostro Personal Branding?

    I sintomi della paura del Video Public Speaking

    Molto spesso le persone che mi contattano per avere informazioni approfondite sui miei corsi ed avere un’opinione professionale sulla loro voce, mi parlano di difficoltà a mandare vocali perché non gradiscono il suono della loro voce, manifestano disagio se devono affrontare dei colloqui telefonici, non amano la loro voce in generale e temono che non piaccia nemmeno agli altri.

    La situazione peggiora quando devono utilizzare un microfono per una presentazione, un evento o un convegno, oppure se devono registrare un video per il loro Personal Branding o per la loro azienda.

    In questi casi si manifestano dei chiari segnali di glossofobia, la paura di parlare in pubblico, che possono essere più o meno leggeri.

    Ecco i sintomi più comuni:

    1. Ansia

    Il solo pensiero di dover parlare davanti a una telecamera può innescare una serie di reazioni fisiche, tra cui il battito accelerato del cuore e una sensazione di ansia diffusa.

    Allora la voce inizia a tremare, il volume della voce si abbassa e l’articolazione delle parole si fa meno precisa.

    1. Blocco mentale

    Quando ci troviamo di fronte alla telecamera, può succedere di bloccarci mentalmente, dimenticando quello che volevamo dire o come volevamo dirlo.

    Già solo il pensiero di trovarci in una situazione simile basta per provare un profondo disagio.

    1. Blocco emotivo

    Guardando la nostra immagine ripresa nel video, possiamo essere estremamente critici nei confronti di noi stessi, notando ogni piccolo difetto.

    Questo atteggiamento purtroppo è molto limitante perché ci impedisce di sperimentare e di sbagliare, non cercando nemmeno di provare.

    1. Paura del giudizio

    Evitare di mettersi in video può diventare una forma di fuga dal confronto con noi stessi e con gli altri, impedendoci di crescere personalmente e professionalmente.

    La paura del giudizio altrui limita fortemente le nostre scelte e i nostri comportamenti. Occorre imparare a distaccarsene per agire in sicurezza e autonomia.

    1. Sensazione di inadeguatezza

    La scarsa autostima e la paura di non essere all’altezza o di non essere abbastanza interessanti può portarci a rinunciare all’opportunità di comunicare attraverso i video.

    Qui entrano in gioco anche le credenze limitanti, delle rigide convinzioni sulle nostre incapacità generate da episodi avvenuti in passato che ci condizionano nel presente.

    Si tratta di una specie di incapacità appresa: se non pensi di non essere capace non ci proverai nemmeno, provocando così quasi un autosabotaggio.

    Spiego meglio questo importante concetto in questo video:

    Le conseguenze della paura del Video Public Speaking

    Cosa succede se non superiamo mai la paura di stare davanti alla telecamera e di parlare in pubblico?

    Non dobbiamo essere tutti degli attori o dei presentatori ma è indubbio che essere disinvolti e sicuri di sé predisponga le persone ad una migliore considerazione.

    Ecco le conseguenze che possono capitare a chi fatica molto ad uscire dalla propria comfort zone:

    1. Mancanza di efficacia

    Chiunque oggi voglia emergere nel panorama digitale deve saper comunicare efficacemente tramite i video. La paura di farlo può costarci preziose opportunità di visibilità e di crescita professionale.

    Si possono perdere delle occasioni importanti per paura di non essere all’altezza, delle opportunità che persone più sicure e capaci di utilizzare bene la propria voce possono cogliere.

    1. Stress emotivo e isolamento sociale

    Evitare i video può portarci a isolarci, impedendoci di connetterci con gli altri in modo significativo e di partecipare attivamente alle conversazioni online.

    Come per la paura di parlare al telefono e la paura di usare il microfono, questo stato di agitazione penalizza le nostre interazioni sociali e le nostre relazioni personali.

    1. Limitazioni nella carriera

    In molti campi professionali, la capacità di comunicare efficacemente attraverso i video è diventata una competenza essenziale. Chiunque non riesca a superare la paura del Video Public Speaking potrebbe incontrare delle limitazioni nella propria carriera.

    1. Impatto sul Personal Branding

    La nostra capacità di comunicare attraverso i video influenza direttamente la percezione che gli altri hanno di noi.

    Una comunicazione efficace può rafforzare il nostro personal branding, mentre la mancanza di fiducia può indebolirlo.

    1. Mancanza di autostima

    Se non affrontiamo mai la difficoltà, non possiamo pensare che si risolva da sola.

    Ogni nuovo ostacolo è una piccola sfida da affrontare per dimostrare a sé stessi che si è in grado di superarla, con i propri tempi e le proprie modalità ma vincenti o comunque soddisfatti di averci almeno provato.

    Cosa si può fare in concreto per superare questa difficoltà?

    Voglio darti 5 consigli che ho fornito tante volte a tutte le persone che mi hanno contattato per i miei corsi di Dizione Emotiva e per superare la paura di parlare in pubblico.

    Consigli semplici e pratici che ti aiuteranno a prendere man mano confidenza con la tua voce e con la telecamera.

    5 consigli per superare la paura del Video Public Speaking e migliorare il Personal Branding

    1. Pratica costante

    Come per qualsiasi abilità, la pratica è fondamentale. Inizia a registrare brevi video su argomenti che ti interessano e guardali per identificare aree di miglioramento.

    La tua voce è uno strumento versatile che può essere modellato in modi sorprendenti. Sperimenta con variazioni di tono, ritmo e volume per aggiungere dinamicità e interesse al tuo discorso. Puoi anche incorporare elementi musicali, come cambiamenti di melodia o ritmi incalzanti, per rendere il tuo messaggio più coinvolgente.

    1. Focus sul messaggio

    Concentrati sull’obiettivo del tuo video e sull’importanza del messaggio che vuoi trasmettere. Questo ti aiuterà a mettere da parte l’auto-critica e a concentrarti sull’essenza della comunicazione.

    Se il tuo obiettivo è, ad esempio, far comprendere alcune informazioni importanti, cerca di esprimerti con chiarezza, scandisci bene le parole e usa un volume di voce leggermente più alto del normale per farti ascoltare e comprendere al meglio.

    1. Lavora sulla respirazione e sulla postura

    Una respirazione profonda, come la Respirazione Diaframmatica, e una postura sicura possono aiutarti a gestire l’ansia e a proiettare fiducia attraverso il video.

    Puoi utilizzare anche gesti ampi per enfatizzare concetti chiave o muoverti in modo più sottile per mantenere l’attenzione del tuo pubblico. Il movimento consapevole può trasmettere fiducia, autorità e vitalità.

    In questo video ti mostro i primi esercizi per imparare a respirare con il diaframma:

    1. Trova il tuo stile personale

    Non cercare di imitare gli altri. Sperimenta con diversi stili di comunicazione fino a trovare quello che meglio si adatta alla tua personalità e al tuo pubblico.

    Quando parli davanti alla telecamera, poi immagina di avere un interlocutore dall’altra parte. Visualizza il tuo pubblico ideale e cerca di connetterti con lui attraverso lo sguardo e il linguaggio del corpo.

    Questo ti aiuterà a trasmettere autenticità e a stabilire una connessione più profonda con chi ti ascolta.

    1. Chiedi il parere ad un esperto

    Per un parere preciso chiedi un feedback ad un professionista, che possa darti dei consigli mirati.

    Le opinioni esterne, infatti, possono offrire una prospettiva preziosa su come migliorare le tue capacità di comunicazione attraverso i video.

    Il parere di un esperto può essere molto utile per correggere eventuali errori e migliorare il risultato finale.

    Puoi prenotare con me una prima video-consulenza professionale su Zoom per farmi vedere e sentire il tuo livello di comunicazione.

    Il Video Public Speaking non è solo una competenza professionale, una Soft Skills da apprendere, ma anche un’opportunità per esprimere la propria personalità e rafforzare il proprio personal branding.

    Superare la paura di vederci in video richiede tempo, pratica e determinazione ma i benefici che ne derivano possono influenzare positivamente ogni aspetto della nostra vita personale e professionale.

    Il mio Corso di Dizione Emotiva è stato strutturato proprio per questo: aiutarti  a vincere l’ansia e superare la paura di parlare in pubblico con un approccio profondo e pratico, poiché va ad analizzare le cause della tua difficoltà e ti insegna a gestire le emozioni per acquisire più sicurezza della tua espressione vocale.

    Molte tecniche di Public Speaking, infatti, si concentrano molto sulla parte pratica e trascurano l’aspetto emotivo che c’è dietro la paura di parlare in pubblico e che sta invece diventando sempre più importante non solo nelle attività professionali ma anche in quelle quotidiane, come appunto rispondere ad una telefonata o fare un video.

    La Dizione Emotiva, la mia innovativa tecnica di Public Speaking, nasce dalla fusione tra:

    1. Le tradizionali tecniche e gli esercizi pratici della Dizione Classica, come ad esempio il classico esercizio della matita tra i denti per scandire bene le parole.
    2. Le esperienze pratiche nell’ambito della programmazione neuro linguistica e gestione delle emozioni, che ho acquisito frequentando i Master della Leadership School di Roberto Re
    3. La passione personale per lo studio della Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman, con una particolare propensione per la psicologia e le neuro scienze.

    La Dizione Emotiva è la risultante di tutte queste componenti, che sono andate a confluire nel mio percorso di Public Speaking e Comunicazione Efficace Assertiva, in cui la utilizzo per aiutare le persone a:

    1. Vincere la paura di parlare in pubblico e superare l’ansia e l’insicurezza, generate dal timore del giudizio degli altri
    2. Sapere gestire e controllare le emozioni negative, anche con l’aiuto della tecnica della respirazione diaframmatica (link articolo del precedente blog)
    3. Imparare i 7 strumenti pratici di fonetica e prosodia per migliorare il timbro vocale e parlare con voce più sicura, autorevole e attraente.

    Scopri anche tu come si articola il Corso di Dizione Emotiva e come questo metodo di Public Speaking può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

    Con la crescita personale e questo approccio unico, potrai migliorare la tua comunicazione efficace e persuasiva, diventando un oratore più sicuro e autorevole.

    Il metodo di Public Speaking della Dizione Emotiva è perfetto per acquisire più sicurezza e imparare a gestire le tue emozioni. Informati su come puoi migliorare la tua crescita personale attraverso la comunicazione efficace e raggiungere i tuoi obiettivi!

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicuraDizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    La paura di fare domande in pubblico. La storia di Francesco

    La paura di fare domande in pubblico. La storia di Francesco

    Oggi ti parlerò di come superare la paura di parlare in pubblico, quando durante una riunione, un meeting o una convention aziendale, vorremmo alzare la mano per fare una domanda, ma poi non abbiamo abbastanza coraggio per farlo.

    Voglio raccontarvi la storia di Francesco, un avvocato che ha lottato con questa paura e ha trovato il modo di superarla.

    La paura di alzare la mano e di fare domande in pubblico è molto diffusa, perché molti di noi provano vergogna o disagio. Si sentono al centro dell’attenzione e hanno paura di sbagliare, di non farsi sentire o, peggio, di dover usare un microfono.

    La paura di Francesco

    Francesco, mi aveva conosciuto cercando su Google un rimedio per superare la paura di parlare in pubblico ed approdato sul mio Canale Youtube, ha scoperto il mio Corso di Dizione Emotiva .

    Aveva deciso così di prenotare la mia prima Consulenza Gratuita su Voce e Dizione, durante la quale Francesco mi raccontò che c’era qualcosa che lo frenava al lavoro, qualcosa di apparentemente innocuo, ma che aveva il potere di bloccarlo: durante i suoi meeting aziendali aveva paura di alzare la mano e prendere la parola per fare anche una sola domanda.

    Cosa tormentava Francesco

    Francesco era tormentato non solo dal timore di essere giudicato, ma anche da una serie di dubbi e preoccupazioni, che lo assalivano ogni qualvolta pensava di intervenire per esprimere liberamente la sua opinione.

    Si rendeva conto che la sua mente era intrappolata in un loop di pensieri negativi che alimentavano la sua ansia.
    Si chiedeva infatti se la sua domanda fosse stupida, se fosse il momento giusto per chiederla, se la sua voce sarebbe stata udibile e chiara. Ogni dubbio alimentava la sua ansia di parlare in pubblico che gli impediva di agire.
    Anche l’idea di prendere il microfono lo terrorizzava, temendo di non saperlo usare o di parlare troppo forte o troppo piano.
    Aveva provato diversi corsi di Public Speaking, per imparare a parlare in pubblico, senza riuscire a superare i suoi timori.

    Dopo la mia prima Consulenza Strategica durante la quale mi aveva esposto il suo problema, gli proposi di iniziare con me un percorso individuale e personalizzato di Dizione Emotiva, il metodo di Public Speaking che ho ideato appositamente per aiutare le persone a superare la glossofobia, la paura di parlare in pubblico.

    Come ha fatto Francesco a vincere la sua paura

    Con il tempo e con l’aiuto di strategie mirate, Francesco ha imparato a disinnescare la sua ansia e a superare la sua paura.
    Ha imparato che scrivere le sue domande e sintetizzarle prima di alzare la mano lo aiutava a sentirsi più sicuro.
    Ha imparato che non c’è nulla di sbagliato nell’essere curiosi e nel voler imparare e che ogni occasione di conoscenza va sfruttata per ampliare le sue competenze e sviluppare nuove soft skills.

    Uno dei passi cruciali per Francesco è stato accettare che fare domande non era un segno di debolezza, ma di forza e interesse genuino.
    Ha imparato a lavorare sulla sua autostima, grazie al mio percorso di Dizione Emotiva, che lo ha aiutato ad acquisire più consapevolezza nell’uso della voce e nelle tecniche di Public Speaking.

    E, passo dopo passo, Francesco ha trovato il coraggio di alzare la mano e fare le sue domande.
    Oggi, Francesco è un esempio di determinazione e crescita personale. Ha imparato a uscire dalla sua zona di comfort, a mettersi in gioco e a perseguire attivamente la sua crescita e il suo apprendimento.

    In questo video ti mostro uno degli errori più comuni del parlare il pubblico, quello di parlare troppo velocemente e di mangiarsi le parole, e ti offro alcuni esercizi per correggere questo difetto:

    Consigli per superare la paura di fare domande in pubblico

    Voglio condividere con te gli stessi consigli che ho dato a lui e che possono esserti utili, partendo dal presupposto che, oltre a gestire bene la voce, occorre riconoscere e gestire bene anche le emozioni che proviamo e che influenzano il nostro comportamento:

    1. Accetta la tua vulnerabilità.
    Accettare il fatto che è normale sentirsi vulnerabili quando ci si esprime in pubblico è il primo passo per superare la paura.

    Ricorda che tutti, anche coloro che sembrano estremamente sicuri di sé, hanno momenti di incertezza e timore. Riconoscere di avere paura è il primo passo per cercare di vincerla.

    2. Preparati adeguatamente.
    Una buona preparazione può ridurre notevolmente l’ansia legata alle domande in pubblico. Prenditi del tempo per capire bene il tuo argomento e le domande che vuoi fare. Quando ti senti sicuro delle tue conoscenze, sarà più facile affrontare la situazione senza timori e incertezze.

    3. Pratica la respirazione profonda.
    La respirazione profonda è un ottimo modo per calmare i nervi e ridurre l’ansia.
    Prima di fare una domanda in pubblico, prenditi qualche istante per respirare profondamente, concentrandoti sul tuo respiro. Questo ti aiuterà a rilassarti e a mantenere la calma durante l’espressione.

    4. Concentrati sull’ascolto.
    Quando fai una domanda in pubblico, concentrati sull’ascolto della risposta anziché sulle tue preoccupazioni.
    Questo ti aiuterà a distogliere l’attenzione dai tuoi timori e a mantenere il focus sulla conversazione.
    Ricorda che fare domande è un segno di interesse e curiosità, e le persone di solito apprezzano quando qualcuno è molto attento a ciò che stanno dicendo.

    5. Ricorda che non esistono domande sbagliate.
    Molti di noi temono di fare domande sbagliate o stupide in pubblico ma in realtà non esistono domande sbagliate.

    Ogni domanda è un’opportunità per imparare e approfondire la comprensione di un argomento. Non lasciare che la paura di fare domande imperfette ti blocchi dal partecipare attivamente alla discussione.
    Qui trovi degli utili consigli per fare domande ben formulate.

    6. Visualizza il momento.
    Prima di fare una domanda in pubblico, immagina te stesso mentre la fai con sicurezza e chiarezza. Visualizza la reazione positiva del pubblico e immagina di ricevere una risposta utile e interessante. Questo esercizio mentale può aiutarti a aumentare la tua fiducia e a ridurre l’ansia legata alla situazione.

    7. Pratica costantemente.
    Come per qualsiasi abilità, fare domande in pubblico richiede pratica costante. Non lasciare che la paura ti impedisca di esercitarti.
    Partecipa attivamente a discussioni, incontri e presentazioni e cerca sempre di fare almeno una domanda. Con il tempo, ti sentirai sempre più a tuo agio nell’esprimerti in pubblico.

    Come la Dizione Emotiva può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico

    La storia di Francesco ci ricorda che è normale avere paure e insicurezze, ma è ciò che facciamo per superarle che conta veramente.

    Il mio obiettivo è infatti aiutare i miei corsisti ad avere una voce più sicura, attraente e autorevole, applicando gli strumenti fondamentali della Dizione Classica, le tecniche di Public Speaking e Comunicazione Efficace Assertiva.

    Imparare ad usare la propria voce in modo efficace non solo migliora la comunicazione, ma può anche aumentare la fiducia in sé stessi durante le situazioni di pubblico parlare.

    Su quali aspetti lavora la Dizione Emotiva

    Ecco perché un’adeguata gestione della voce può contribuire significativamente a sentirsi più sicuri, permettendoti di sviluppare tutti questi aspetti:

    1. Chiarezza e articolazione.
    Una voce chiara e ben articolata è essenziale per trasmettere il proprio messaggio in modo efficace.
    Quando parli in pubblico, assicurati di pronunciare ogni parola distintamente e di modulare la tua voce in modo appropriato.

    Evita di parlare troppo velocemente o di mormorare, poiché ciò potrebbe rendere difficile per il pubblico comprendere ciò che stai dicendo e, inoltre, utilizzare una voce chiara e sicura aiuta a trasmettere fiducia e tranquillità.

    2. Volume e tono di voce.
    Un altro aspetto importante è il volume della voce e la capacità di proiettarla in modo che sia udibile da tutti in sala.

    Alzare la propria voce, in determinati contesti, è fondamentale farlo per assicurarsi che tutti possano ascoltare la domanda. Avere il controllo del tuo volume vocale ti aiuterà a sentirsi più sicuro e a mantenere l’attenzione del pubblico.

    3. Modulazione e espressività.
    La modulazione della voce è un altro aspetto importante della comunicazione efficace. Variare il tono e l’intonazione della tua voce può rendere il tuo discorso più interessante ed emotivamente coinvolgente.

    Prova a giocare con la tua voce, cambiando il ritmo, l’accento e l’emozione per enfatizzare concetti chiave o creare un’atmosfera appropriata. Una voce espressiva e ben modulata può catturare l’attenzione del pubblico e trasmettere sicurezza e competenza.

    4. Respirazione e rilassamento.
    Un aspetto spesso trascurato ma fondamentale per un’ottima performance vocale è la respirazione corretta e il rilassamento del corpo.

    Praticare tecniche di respirazione profonda può aiutarti a mantenere la calma e a controllare l’ansia durante le presentazioni in pubblico. Quando sei rilassato, la tua voce fluirà più naturalmente e avrai maggiore facilità nel modulare il tono e il volume.

    5. Pratica e feedback.
    Come per qualsiasi abilità, la pratica è fondamentale per migliorare l’uso della voce durante le presentazioni in pubblico. Dedica del tempo a esercitarti, sia da solo che con l’aiuto di un amico o di un coach vocale.

    Cerca di registrare le tue presentazioni e ascoltare il feedback per identificare aree di miglioramento. Con il tempo e la pratica costante, acquisirai maggiore fiducia nella tua voce e nelle tue capacità di comunicazione.

    Alla base di tutto, come ti ho già spiegato, c’è la respirazione diaframmatica, che ti aiuta ad aumentare l’espansione polmonare, rilassare la muscolatura e migliorare il controllo della voce:

    Come funziona la Dizione Emotiva

    Utilizzare la propria voce in modo efficace è cruciale per comunicare con fiducia e sicurezza durante le situazioni dove devi parlare in pubblico.

    Una voce chiara, ben modulata ed espressiva può contribuire notevolmente a migliorare la percezione degli altri su di te e a far emergere la tua autenticità e competenza in qualsiasi situazione, anche nel momento in cui ti trovi a voler fare una domanda.

    Se anche tu vuoi vincere la paura e l’ansia di parlare in pubblico, come ha fatto Francesco, la Dizione Emotiva è il migliore metodo di public speaking che puoi imparare, perché ti insegna come controllare non solo il timbro vocale, ma anche sapere gestire le emozioni.

    La Dizione Emotiva, la mia innovativa tecnica di Public Speaking, nasce dalla fusione tra:

    1. Le tradizionali tecniche e gli esercizi pratici della Dizione Classica, come ad esempio il classico esercizio della matita tra i denti per scandire bene le parole.

    2. Le esperienze pratiche nell’ambito della programmazione neuro linguistica e gestione delle emozioni, che ho acquisito frequentando i Master della Leadership School di Roberto Re.

    3. La passione personale per lo studio della Intelligenza Emotiva di Daniel Goleman, con una particolare propensione per la psicologia e le neuro scienze.

    La Dizione Emotiva è la risultante di tutte queste componenti, che sono andate a confluire nel mio percorso di Public Speaking e Comunicazione Efficace Assertiva, in cui la utilizzo per aiutare le persone a:

    1. Vincere la paura di parlare in pubblico e superare l’ansia e l’insicurezza, generate dal timore del giudizio degli altri.

    2. Sapere gestire e controllare le emozioni negative, anche con l’aiuto della tecnica della respirazione diaframmatica.

    3. Imparare i 7 strumenti pratici di fonetica e prosodia per migliorare il timbro vocale e parlare con voce più sicura, autorevole e attraente.

    Scopri anche tu come si articola il Corso di Dizione Emotiva e come questo metodo di Public Speaking può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

    Con la crescita personale e questo approccio unico, potrai migliorare la tua comunicazione efficace e persuasiva, diventando un oratore più sicuro e autorevole.

    Il metodo di Public Speaking della Dizione Emotiva è perfetto per superare la paura di parlare in pubblico. Informati su come puoi migliorare la tua crescita personale attraverso la comunicazione efficace e raggiungere i tuoi obiettivi!

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    Dizione Emotiva: come superare la paura di parlare in pubblico e avere una voce sicura

    Hai timore del giudizio degli altri quando parli?

    La paura di parlare in pubblico può essere la manifestazione principale di altri timori, nascosti dentro di noi.

    La glossofobia, la paura di parlare in pubblico, ha infatti una natura psicologica ed emotiva che spesso viene trascurata.

    Ci si concentra così sull’aspetto pratico e tecnico del Public Speaking e si va a lavorare sulle conseguenze senza intervenire sulle cause che provocano la paura di parlare in pubblico.

    Vengono così tralasciate le vere motivazioni, quelle più profonde, che continueranno ad esprimersi attraverso i sintomi classici dell’ansia: sudore freddo, mani appiccicose, bocca secca, sensazione di svenimento, agitazione incontrollata, respiro affannoso, etc.

    E via via, a seconda dell’intensità della sensazione provata.

    Spegnere l’incendio senza capire cosa l’ho provocato, purtroppo, non gli impedirà di riaccendersi di nuovo, alla prossima occasione.

    Se non si agisce sulle emozioni che scatenano queste reazioni quando si prova la paura di parlare in pubblico non si potrà mai arrivare a superarla in maniera definitiva.

    Per scoprire le cause occorre un lavoro profondo e mirato che varia da persona a persona.

    Tra le tante cause che possono provocare paura di parlare in pubblico, voglio approfondire una delle più complesse: il timore del giudizio degli altri.

    Affrontare il timore del giudizio e migliorare l’autostima: un percorso graduale

    Il timore del giudizio degli altri è un sentimento diffuso che può influenzare significativamente la qualità della nostra vita. Spesso proiettiamo sugli altri il giudizio che abbiamo di noi stessi, alimentando un ciclo negativo di insicurezza e paura di non essere accettati. Tuttavia, esistono modi per affrontare questo problema e migliorare l’autostima, permettendoci di vivere in modo più sereno e soddisfacente.

    Accettazione e conoscenza di sé

    Il primo passo verso il superamento del timore del giudizio è accettare sé stessi per quello che si è. Questo significa riconoscere i propri punti di forza e di debolezza senza giudicarsi duramente. Spesso il timore del giudizio nasce da una scarsa considerazione di sé e da un’eccessiva importanza data all’opinione altrui. Imparare a conoscersi e ad accettarsi permette di costruire una base solida su cui lavorare per migliorare l’autostima.

    Ho riscontrato, infatti, che molte persone non amano il suono della propria voce e che fanno fatica a riascoltarla, per esempio, nei vocali del cellulare.

    In questo video, parlo proprio di questa difficoltà:

    Affrontare il giudizio negativo

    È importante capire che il giudizio degli altri è spesso influenzato dalle loro prospettive e pregiudizi, non necessariamente da una valutazione oggettiva della nostra persona. Affrontare il giudizio negativo richiede fiducia in sé stessi e consapevolezza del proprio valore intrinseco. Piuttosto che lasciarsi abbattere dalle critiche, è utile cercare di imparare da esse e utilizzarle come spunti per migliorare.

    Rompere il ciclo dell’inadeguatezza

    La sensazione di inadeguatezza può essere alimentata dal confronto costante con gli altri e da aspettative irrealistiche. È importante ricordare che ognuno ha le proprie sfide e che non esiste un modello unico di successo. Concentrarsi sui propri obiettivi e progressi personali permette di rompere il ciclo dell’inadeguatezza e di costruire un senso di realizzazione autentico e duraturo.

    Meno potere al giudizio esterno

    Spesso diamo troppo potere alle persone di condizionare la nostra vita, lasciando che il loro giudizio influenzi le nostre decisioni e la nostra autostima. È importante imparare a distaccarsi dall’opinione altrui e a dare più peso alle proprie valutazioni e aspirazioni. Ciò non significa isolarsi dagli altri, ma piuttosto sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie esigenze.

    Con il mio corso di Dizione Emotiva lavoro proprio su questi aspetti di consapevolezza delle proprie caratteristiche vocali e personali.

    In questo video, ti spiego brevemente come funziona il mio percorso e come può aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico.

    La storia di Alberto

    Nel prossimo articolo parlerò della storia di Alberto, uno dei miei corsisti, che si è rivolto a me per cercare di superare la paura di parlare in pubblico.

    Nei miei tanti anni di studio, consulenza e formazione nella Dizione e nel Public Speaking, ho seguito centinaia di corsisti e mi sono accorto come la paura di parlare in pubblico nasconda, in realtà, la scarsa fiducia in loro stessi e nelle loro capacità.

    Me se sono accorto partendo dall’ascolto della loro voce: lo strumento che esprime la nostra personalità, che ci permette di relazionarci con il mondo e del quale spesso sottovalutiamo il potere.

    Alberto manifestava proprio questa difficoltà: si sentiva spesso impacciato, insicuro ed era terrorizzato dall’idea di parlare in pubblico.

    Sia in ambito professionale sia in ambito personale.

    Alberto ha pian piano tirato fuori, quelle che erano le sue reali insicurezze e, grazie al Corso di Dizione Emotiva, è riuscito a superarle, conquistando più fiducia e riuscendo a parlare con voce più sicura ed attraente.

    Ma non voglio anticiparti troppo. Ti aspetto al prossimo articolo!

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    Corso di Dizione Emotiva: il metodo di Public Speaking che ti insegna come superare la paura di parlare in pubblico con voce sicura

    Perché hai paura di parlare in pubblico?

    Un’analisi psicologica ed emotiva del Public Speaking

    “Come superare la paura di parlare in pubblico” è una delle più comuni richieste di aiuto che ricevo dalle persone, durante le mie consulenze professionali sulla dizione e il public speaking .

    L’ansia di parlare in pubblico è un problema di natura psicologica ed emotiva, più propriamente noto con il termine di glossofobia.

    È un tipo di ansia sociale che può manifestarsi in vari gradi di intensità, dal semplice timore al terrore che ti paralizza, quando devi proferire parola in presenza di quelle persone che hanno dei ruoli autoritari, specialmente in ambito lavorativo.

    La maggior parte delle persone affette da glossofobia sono convinte che per superare la paura di parlare in pubblico, sia sufficiente imparare semplicemente le tecniche di dizione pratica e di Public Speaking.

    Il Public Speakig da solo non basta

    Tuttavia, in base ai miei studi sull’intelligenza emotiva e la mia esperienza pratica come formatore di dizione e Public Speaking, sono giunto alla conclusione che per eliminare la glossofobia è necessario affrontare il problema anche da un punto di vista psicologico, andando ad indagare il l’origine di quei blocchi emotivi, che causano la paura di parlare in pubblico.

    In passato, durante i miei primi anni di attività come voice coach e formatore di dizione e public speaking, pensavo che alla base dell’ansia di comunicare in pubblico ci fossero principalmente dei difetti di dizione e pronuncia molto comuni in tutte le regioni d’Italia.

    Ad esempio, l’impossibilità che molte persone hanno di articolare bene, perché parlano troppo velocemente e si mangiano le parole. Poi però ho iniziato ad osservare che tantissimi casi di glossofobia, riguardavano soprattutto quelle persone che non amavano il suono della propria voce.

    La maggior parte di loro provava un vero e proprio disagio psichico nel riascoltare i propri vocali su WhatsApp, perché detestavano il loro timbro vocale, molto spesso aggravato anche da un forte accento regionale.

    Dopo avere trattato tantissimi casi di glossofobia inizialmente con alterni successi, ho iniziato ad osservare poi un dato statistico molto importante.

    La maggior parte delle persone che avevano difficoltà a parlare in pubblico, molto spesso soffrivano di un vero e proprio disturbo di ansia sociale. Mi resi così conto che per superarlo non era sufficiente imparare ad eseguire i classici esercizi di dizione e fonetica, bensì era necessario iniziare parallelamente alle mie lezioni anche un percorso di psicoterapia.

    Quali sono le più comuni problematiche psicologiche e sociali, che provocano l’ansia di parlare in pubblico?

    La paura di parlare in pubblico può celare delle difficoltà emotive nascoste che, se non affrontate e risolte, possono compromettere i risultati di tanto studio e anche la qualità della vita personale e professionale.

    Spesso, infatti, si tende a rimuovere o a dimenticare il ruolo vitale delle emozioni nella vita quotidiana e nel Public Speaking, come se queste non ci riguardassero e non avessero influenza sui nostri atteggiamenti e comportamenti.

    Ecco quali sono le più comuni problematiche psicologiche e sociali che possono impedirci di superare la paura di parlare in pubblico.

    Il Timore del Giudizio degli Altri

    Uno dei principali fattori psicologici che alimenta la paura di parlare in pubblico è la paura del giudizio sociale. Gli esseri umani sono creature sociali e hanno una profonda necessità di essere accettati e apprezzati dagli altri membri della società.

    Parlare in pubblico espone le persone alla possibilità di essere giudicate negativamente dagli altri, il che può generare ansia e stress.

    La paura del ridicolo, del giudizio negativo e del fallimento può rendere il Public Speaking un’esperienza altamente stressante per molte persone.

    Questo può derivare da un senso di insicurezza personale, che porta l’individuo a temere il confronto con gli altri e a preoccuparsi eccessivamente di ciò che gli altri potrebbero pensare di lui.

    In particolare, il timore del giudizio da parte di coloro che sono percepiti come figure dotate di potere e autorità, può amplificare la sensazione di non essere adeguati alla situazione che stiamo vivendo

    L’ingannevole paura di non sentirsi all’altezza

    La tendenza al perfezionismo e la ricerca costante di approvazione possono alimentare il senso di non sentirsi all’altezza.

    Chi soffre di questa forma di paura spesso vive con il costante timore di fallire o di non essere all’altezza delle aspettative degli altri. Questa ansia può essere associata anche alla paura del conflitto, temendo che l’esposizione delle proprie idee possa generare disaccordi o critiche.

    La mancanza di assertività

    Non avere un atteggiamento assertivo, e cioè il non sapere quando dire di no, è un’altra dei motivi per cui molte persone temono di parlare in pubblico.

    Chi non si sente in grado di esprimere sé stesso in modo chiaro e convincente può finire per indossare una maschera, nascondendo la propria autenticità dietro un’immagine costruita per placare le aspettative degli altri.

    Questo comportamento limita la capacità di comunicare in modo efficace e autentico, alimentando la paura di essere giudicati o respinti.

    Il timore di non essere capiti

    Questo tipo di paura può derivare dalla mancanza di fiducia nelle proprie capacità comunicative o dalla percezione di avere idee complesse o controverse che potrebbero non essere comprese o accettate dagli altri. Tale timore può portare all’auto-censura e alla rinuncia a esprimere pienamente sé stessi.

    La mancanza di auto-controllo

    Un altro fattore psicologico che può provocare l’ansia di parlare in pubblico, è la percezione ricorrente che hanno tante persone di non essere in grado di esercitare nessuna forma di potere su di sé e le proprie emozioni.

    Molte persone avvertono questo senso di impotenza soprattutto quando parlano ad un pubblico, perché sentono di perdere il controllo delle proprie emozioni, facilitando l’insorgere di quelle negative provocate da un senso dell’io troppo giudicante e il più delle volte auto sabotante.

    La spettacolarizzazione dell’azione

    Per mezzo anche dei Social Media, ogni nostra azione deve essere degna di nota, incredibile, straordinaria per poter essere immortalata con foto e video.

    Dobbiamo essere tutti perfetti e in grado di compiere azioni spettacolari. Non c’è spazio per l’errore o l’imperfezione.

    Ecco allora che le aspettative sono altissime, cresce l’ansia da prestazione e la nostra società diventa della “performance”, incentrata sul singolo atto eclatante, dimenticando una “normale” quotidianità. Questo atteggiamento può essere deleterio quando aumenta l’ansia individuale e la pressione sociale.

    La mancanza di autostima

    Quale delle precedenti sintomatologie riflette di più il tuo modo di essere?

    È importante chiederselo, perché la consapevolezza è il primo passo da fare per individuare la giusta strategia da adottare.

    Una volta  trovata l’origine del problema, possono esserci due possibili strade da seguire.

    Secondo la mia esperienza professionale, la principale causa scatenante della glossofobia è la mancanza di autostima, e cioè l’avere una scarsa considerazione delle proprie qualità personali, soprattutto quando si è chiamati ad esporsi e parlare di sé davanti al pubblico.

    Quando una persona mi contatta per avere una consulenza sulla sua voce e dizione, il mio primo approccio è quello di stabilire subito un rapporto di fiducia con chi mi ha scelto come professionista in grado di aiutarlo.

    L’empatia reciproca è un presupposto fondamentale per avviare un dialogo strategico, mirato a scoprire  quanto la mancanza di autostima, di cui soffre l’intervistato, sia limitata ad uno o più aspetti particolari della sua vita personale.

    Quando infatti mi accorgo che in una persona la quantità di scarsa autostima è così elevata e pervasiva da interessare più ambiti della sua sfera emotiva, il primo consiglio che gli rivolgo è di prendere in considerazione di iniziare un percorso di psicoterapia con uno psicologo specializzato.

    Se invece noto che la scarsa considerazione di sé è circoscritta alla sola sfera comunicativa, spesso principalmente in ambiente lavorativo, allora ecco che mi sento in dovere di intervenire personalmente per aiutare a superare la sua paura di parlare in pubblico con un apposito percorso di Dizione Emotiva.

    Impara a parlare in pubblico senza paura con la Dizione Emotiva

    La mia esperienza pratica maturata negli anni come speaker, attore doppiatore, voice coach e formatore di dizione e public speaking, mi ha consentito di sviluppare un metodo innovativo per aiutare le persone a superare la paura di parlare in pubblico.

    Ho chiamato questo mio nuovo metodo pratico di public speaking, con il termine di “Dizione Emotiva”, poiché nasce anche grazie ai miei studi nel campo dell’intelligenza emotiva, la programmazione neuro linguistica e la crescita personale.

    La mia intuizione che si è già rivelata efficace per più di 500 persone, consiste nell’avere coniugato le tecniche pratiche della Dizione Classica con gli strumenti della psicologia della sfera emotiva.

    Nei miei Corsi di Dizione Emotiva infatti, insegno alle persone le giuste strategie per superare la paura di parlare in pubblico, applicando anche gli studi scientifici dello psicologo Daniel Goleman sull’intelligenza emotiva; allo stesso tempo, aiuto i miei corsisti ad avere una voce più sicura, attraente e autorevole, applicando gli strumenti fondamentali della Dizione pratica, il Public Speaking e la Comunicazione Efficace.

    Per approfondire lo studio della Dizione Emotiva e conoscere quali sono i benefici che si ottengono con il mio metodo, ti consiglio di visitare il mio Canale Youtube e soprattutto di guardare una delle tante video lezioni, in cui spiego come funzionano i meccanismi della glossofobia, la paura di parlare in pubblico, e come debellarla:

    Se desideri chiedermi una consulenza professionale sulla tua voce e dizione, per aiutarti a superare la paura di parlare in pubblico, ti consiglio di prenotare un appuntamento online direttamente con me .

    Riceverai così un parere autorevole su quale sia il percorso didattico più adatto alle tue esigenze e in grado di insegnarti le tecniche pratiche del metodo di Dizione Emotiva, per imparare finalmente a parlare in pubblico senza avere più paura.

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto

    Il futuro delle competenze nel mondo del lavoro: l’importanza delle Soft Skills

    C’è ancora spazio per le competenze umane nel mondo del lavoro?

    In un’era sempre più digitalizzata, dove imperano l’intelligenza artificiale e gli algoritmi informatici, ci sono voci che si alzano controcorrente e che sostengono l’importanza di concentrarsi sulle caratteristiche prettamente umane come le Soft Skills.

    Il Prof. Christopher Pissarides, Premio Nobel per l’Economia nel 2010, in una recente dichiarazione ha sottolineato l’importanza e il valore di queste competenze come più resilienti rispetto alle competenze tecniche, in particolare a quelle relative all’intelligenza artificiale.

    Competenze molto specifiche, in continua evoluzione e proprio per questo più “evanescenti” rispetto alle soft skills, che essendo trasversali possono infatti abbracciare più settori e adattarsi meglio ai vari contesti.

    Infatti, le competenze non tecniche che interessano gli ambiti dell’interazione e della gestione delle interazioni, si dimostrano sempre più utili in tutti i rapporti interpersonali e sempre più richieste nel mondo del lavoro.

    Visita il mio canale YouTube per approfondire l’argomento:

    Le soft skills e il cambiamento del mondo del lavoro

    Per soft skills si intendono tutte quelle competenze umane e interpersonali difficili da quantificare rispetto a quelle tecniche ma indispensabili nelle relazioni interpersonali.

    Inoltre, in ambito aziendale, permettono ai dipendenti di migliorare le proprie prestazioni, aumentano il grado di soddisfazione personale e le relazioni all’interno dell’ambiente lavorativo.

    Chi padroneggia le soft skills ha ottime capacità relazionali, collabora meglio con gli altri e riesce ad instaurare rapporti più profondi con colleghi e clienti.

    Queste competenze possono essere sviluppate con corsi e percorsi specifici, contribuendo in maniera preponderante al successo in ambito lavorativo e sociale.

    Ecco le più ricercate ed apprezzate:

    Empatia

    La capacità di mettersi nei panni dell’altra persona, comprendendone gli stati d’animo e dimostrando comprensione e considerazione.

    Questa capacità è indispensabile in posizioni come quelle delle risorse umane, della gestione del personale e in tutte quelle posizioni dove si è a capo di un gruppo di lavoro.

    Comunicazione

    Strettamente legata all’empatia, questa capacità consente di sapersi esprimere in modo chiaro sia attraverso la parola sia attraverso la scrittura.

    Comunicare le proprie idee, farsi capire e spiegare la propria competenza ed esperienza sarà sempre più importante in un mondo in costante evoluzione e dove si sono sviluppati in maniera intensivi i rapporti a distanza con offerte dalle tecnologie, come lo smart working.

    Public Speaking

    Altra capacità legata alla comunicazione è il Public Speaking, ovvero il saper parlare in pubblico, esprimendosi con sicurezza ed efficacia.

    Spesso si pensa che questa competenza sia limitata a leader e posizioni manageriali che certo si trovano in ruoli di maggiore visibilità ma in verità, è una capacità utile a qualsiasi livello e in qualsiasi posizione.

    Ci si può trovare nella situazione di dover esporre una relazione su un determinato progetto, presentare un nuovo prodotto o servizio, intrattenere dei colleghi o illustrare i dati rilevati nella propria attività lavorativa.

    Lavoro di squadra o Teamwork

    Spesso siamo coinvolti in attività che coinvolgo l’intero ufficio, il reparto o il team del progetto e questa capacità permette di lavorare con un clima di collaborazione e sostegno con gli altri elementi.

    Chi ha sviluppato questa competenza riuscirà a creare affiatamento ed equilibrio, coordinando l’attività di ciascuno in armonia con gli altri, motivando e portando il gruppo al raggiungimento dell’obiettivo.

    Problem solving

    La capacità di comprendere, gestire e risolvere il problema in tempi brevi e nel modo più efficace possibile è oggi indispensabile in tutti gli ambiti di relazione costante con il pubblico e in realtà lavorative complesse con molti passaggi.

    Ad esempio, il Problem Solving molto sviluppato è richiesto in ambito front office, retail, sanitario, alberghiero e non solo.

    Gestione dello stress

    Una capacità veramente utile in un’epoca così complessa e dinamica, con ancora gli strascichi della pandemia da gestire, dove l’aspetto emotivo è così preponderante.

    Frustrazione, incomprensioni, pressioni e sfide sono all’ordine del giorno sia al lavoro sia fuori ed è importante gestirle con calma e lucidità per lavorare in un ambiente lavorativo sano e sereno e mantenere il benessere psicofisico.

    Sempre di più si stanno diffondendo fenomeni di ansia: una su tutti, in ambito lavorativo, è la paura di parlare in pubblico.

    Leadership

    La capacità di guidare, motivare e influenzare gli altri va integrata con la capacità di ascoltare, di gestire i conflitti e di rappresentare con coerenza e trasparenza i valori aziendali e imprenditoriali.

    Infatti, i leader del futuro saranno chiamati ad impegnarsi sempre più in profondità anche per affrontare i temi legati ai criteri ESG, Enviromental, Social e Governance che saranno utilizzati per valutare la sostenibilità e la responsabilità sociale di un’azienda.

    Le Soft Skills legate all’utilizzo della Voce

    Queste caratteristiche sono utilissime non solo nel mondo professionale ma anche in quello di tutti i giorni perché ogni giorno dobbiamo gestire lo stress causato da una vita frenetica, risolvere un problema improvviso o parlare con altre persone.

    Ecco perché sono indispensabili, sempre più ricercate ed apprezzate: perché sono facilmente traslabili da un ambiente all’altro, sono strettamente personali e specifiche dell’individuo perché strettamente legate alla sua personalità e alle sue esperienze.

    Come nel caso di Giovanni che, seguendo il primo livello del mio Corso di Dizione Emotiva & Public Speaking ha conquistato maggiore consapevolezza delle caratteristiche della sua voce, imparando a gestire ritmo e respirazione per rendere il suo modo di parlare più sicuro e piacevole.

    Come superare la paura di parlare in pubblico

    Apprendere le tecniche giuste per migliorare la propria comunicazione e i metodi più efficaci per sviluppare la capacità di saper parlare in pubblico, il Public Speaking, ha ripercussioni positive sulla propria quotidianità e socialità.

    Infatti, conoscendo meglio sé stessi e la propria voce si sviluppa indirettamente una maggiore confidenza con le emozioni proprie e altrui, imparando anche a comprenderle meglio e a gestirle.

    Guarda in questo video come Vanessa, grazie alle tecniche acquisite nel Corso di Dizione Emotiva & Public Speaking, ha sviluppato una comunicazione più efficace e persuasiva, raggiungendo gli obiettivi che si era prefissata.

    Grazie al mio Corso di Dizione Emotiva: come superare la paura di parlare in pubblico e con il mio percorso Ama la tua voce scoprirai come sviluppare queste competenze, imparerai la respirazione diaframmatica e capirai come non lasciarti trascinare dall’ansia o, peggio, dalla paura di parlare in pubblico.

    La tua voce potrà diventare così uno strumento molto versatile, che potrai utilizzare in tante circostanze: per acquisire più sicurezza nel Public Speaking grazie al Corso di Dizione Online o in presenza a Roma; arrivando anche a poter lavorare con il Corso per Narratore di Audiolibri e con il Corso per diventare Doppiatore.

    Per farmi ascoltare la tua Voce e conoscere il tuo attuale livello di Dizione e Public Speaking puoi prenotare la mia consulenza professionale gratuita.

    Contattami e ti aiuterò a scoprire come risolvere i tuoi problemi, scegliendo il percorso didattico più adatto a te!

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

     

     

    Leggi tutto

    Dizione Emotiva: il metodo di Public Speaking per avere più autostima e parlare con voce sicura

    Desideri anche tu comunicare in maniera efficace e assertiva, ma non sai ancora da dove iniziare?

    Le tue emozioni ti bloccano, ti fai prendere dall’ansia e dalla paura e i tuoi discorsi non sono chiari e coinvolgenti come vorresti?

    Padroneggiare il Public Speaking, cioè l’arte di parlare in pubblico, non è una cosa semplice e presuppone un percorso didattico da seguire con dedizione e pazienza.

    Il primo passo da compiere è migliorare la consapevolezza e la gestione delle proprie emozioni imparando ad ascoltarsi. Proprio così! 

    Prima di imparare a parlare bene in pubblico, devi ascoltarti e ascoltare la tua voce interiore che sarà il primo giudice che ti valuterà, specialmente se sei una persona con una bassa autostima.

    Per affrontare e superare le credenze limitanti riguardo la paura di usare la voce in pubblico, ho sviluppato, nel corso degli anni, delle tecniche specifiche presenti nel mio metodo di Dizione Emotiva, una nuova disciplina frutto di 20 di studi scientifici e sperimentazioni con la mia voce al microfono, e che alla base degli insegnamenti del percorso didattico Amo la mia Voce.

    Come superare la paura di parlare in pubblico e avere una voce sicura, più autorevole e attraente?

    Per superare la paura di parlare in pubblico occorre prima superare le proprie paure interiori perché quello che ci spaventa spesso non è il pubblico in sé, ma l’opinione che gli altri possono avere su di te e che va a confermare il giudizio che hai di te stesso: “Ecco, hai visto? Lo sapevo che non ero capace e ho fallito un’altra volta!”

    La paura del giudizio esteriore e di quello interiore limita l’espressione della tua vera personalità, compromettendo le tue relazioni personali e professionali.

    Nei miei Corsi di Dizione e Public Speaking insegno che la Voce è l’espressione sonora della nostra personalità: è il riflesso sonoro del nostro modo di essere proprio; e quando limiti questa espressione stai sacrificando anche la tua interazione con gli altri.

    Nel mio percorso didattico Amo la mia Voce, aiuto le persone eccessivamente emotive a superare questa paura perché, con le mie tecniche di Dizione Emotiva e Public Speaking, tutti possono imparare a vincere e superare i propri blocchi emotivi e quelle credenze limitanti che gli impediscono di esprimere liberamente sé stessi.

    La mia mission professionale è quella di infondere fiducia e sicurezza nelle persone che hanno una scarsa autostima, insegnandogli a mettere da parte per una volta i difetti e concentrarsi finalmente sui propri punti di forza. E’ sulle nostre qualità migliori che bisogna lavorare, perché sono alla base del nostro cambiamento.

    Purtroppo però la maggior parte di noi si focalizza solo sui propri problemi: si da troppa importanza quasi esclusivamente a ciò che non va e non ci piace di noi.

    Nel mio corso di Dizione Emotiva e Public Speaking ho creato un modulo didattico appositamente studiato per dare alle persone gli strumenti necessari per guardarsi dentro con meno severità e più leggerezza.

    Grazie al mio metodo le persone imparando a zittire le vocine malefiche del nostro giudice interno, che troppo ci ripete: “non sei abbastanza” “non ce la farai mai” “è inutile che ci provi” “tanto non combini mai nulla di buono”. Sono proprio queste le frasi interiori che più frequentemente rimbombano nella mente di chi soffre di una scarsa autostima e lamenta una scarsa considerazione di sé.

    Con la mia tecnica di Dizione Emotiva, riesco ad aiutare queste persone a zittire le proprie vocine malefiche, che nella grande maggioranza dei casi hanno iniziato a manifestarsi dentro di sé sin dalla più giovane età.

    Questo perché – come ho scoperto – la paura e l’insicurezza nel parlare ha origine spesso dai nostri genitori e dall’educazione familiare che abbiamo ricevuto in casa quando eravamo bambini.

    Solo più tardi subentrano altri fattori ed espressioni limitanti derivanti dall’educazione scolastica e l’interazione con professori e compagni di classe.

    La Dizione Emotiva si basa su un dialogo psicologico strategico che si instaura tra me e il discente,  e che consiste nel ricostruire, attraverso domande appositamente studiate con un rigoroso metodo scientifico, i meccanismi inconsci che scattano automaticamente in ciascuno di noi, a seconda delle persone con cui interagiamo, le situazioni che viviamo e addirittura lo spazio scenico in cui ci muoviamo, che può appartenere al contesto lavorativo, oppure quello familiare e relazionale.

    Nelle mie lezioni di Dizione Emotiva aiuto i corsisti ad apprendere quegli strumenti psicologici che gli consentono di riconoscere la persona, la situazione o il luogo in cui si ripete lo stesso schema mentale, che li porta ad innescare un dialogo interno fortemente giudicante e che conduce all’auto sabotaggio, con conseguenze estreme che aggravano ancora di più la scarsa autostima, che queste persone hanno di sé e quella cronica mancanza di efficacia che li rende così frustrati e insoddisfatti, perché tutte le volte che gli si presenta l’occasione di cambiare e migliorare la loro vita, mettono in scena il loro copione di sempre: quella profezia autoavverante che puntualmente li conduce a sprofondare nel doloroso abisso del fallimento

    Come usare la voce nel Public Speaking per imparare a farsi ascoltare di più

    Per parlare in pubblico senza paura e né ansia, sviluppando al meglio le competenze richieste dall’uso del Public Speaking bisogna lavorare sulla propria voce, imparando a modularla nel modo giusto, alzando il volume per essere sentito da tutti e trasmettendo messaggi appassionanti.

    La chiarezza nell’articolazione delle parole e l’uso efficace della respirazione diaframmatica nell’emissione vocale e la pronuncia accurata ti aiuteranno a rendere il tuo messaggio comprensibile e a coinvolgere il tuo pubblico.

    Ma l’aspetto più importante è che, lavorando sulla tua voce, migliorerai la tua autostima perché una voce chiara e sicura trasmette autorevolezza e carisma.

    I cambiamenti che sentirai nella tua voce e nel tuo modo di esprimerti ti porteranno a subire un profondo cambiamento interiore e questa sicurezza, a sua volta, si rifletterà nella tua emissione vocale.

    Tutte le persone che hanno frequentato i miei corsi perché volevano superare la paura di parlare in pubblico, si sono rese conto, alla fine del percorso, che non hanno superato solo questa paura, ma soprattutto hanno migliorato la propria autostima e conquistato più fiducia in sé stessi. Questo è il miglioramento che cambierà il tuo modo di affrontare e gestire le tue emozioni. Sarà il vero agente di cambiamento che porterai nella tua vita per esprimere al meglio la tua personalità.

    Perché è importante migliorare il Public Speaking e imparare a parlare bene in pubblico senza paura e con voce sicura e attraente.

    Il beneficio che otterrai però non si limita solo a saper padroneggiare l’arte del parlare in pubblico con il diaframma.

    Grazie al mio percorso Amo la mia voce svilupperai maggiore empatia e sensibilità nei confronti degli altri, migliorando le relazioni professionali e personali. Imparerai a riconoscere e gestire meglio le tue emozioni e i momenti di stress, tranquillizzando te stesso e chi ti sta accanto. Organizzerai meglio le tue idee per esporle agli altri con coerenza e convinzione.

    Si tratta di competenze e abilità richieste nel mondo del lavoro, ma utili in qualsiasi circostanza, per sentirti finalmente padrone di te stesso, Perché con la Dizione Emotiva ti insegnerò a credere di più nelle tue capacità espressive, rafforzando la sicurezza della tua voce, attraverso tecniche specifiche che ho ideato e sperimentato su di me personalmente e che funzionano con tutte le persone timide e insicure, insegnandogli come avere un timbro di voce più autorevole, aumentando l’emissione del volume imparando come funziona la respirazione diaframmatica, che oltre a farti parlare con voce più profonda, ti aiuta anche a gestire meglio tue emozioni e controllare l’eccessiva emotività, evitando i disastrosi effetti dell’autosabotaggio e fermando il meccanismo psicologico della profezia autoavverante, sinonimo di bassa autostima.

    Sono questi gli strumenti della Dizione Emotiva che, insegnandoti a migliorare l’uso della voce per parlare in modo più efficace e autorevole, ti aiuta a conseguire il più grande dei benefici: raggiungere i tuoi obiettivi personali e professionali, da tanto tempo desiderati, e sentirsi finalmente più efficaci e determinati.

    Inoltre se vorrai perfezionarti nell’arte di sapere parlare bene in pubblico con voce sicura, con il mio percorso di Emotional Speaking imparerai tecniche innovative che hanno ampiamente superato i classici insegnamenti dei corsi di Public Speaking, rimasti praticamente immutati dagli anni 80-90.

    Frequentando l’Emotional Speaking, ti insegnerò ad esprimerti in maniera autentica e coinvolgente, comunicando con più chiarezza le tue idee e soprattutto le tue emozioni.

    Scopri come imparare a migliorare la tua voce per mostrare a tutti la tua personalità unica.

    Prenota la mia consulenza professionale gratuita, per farmi ascoltare la tua Voce e conoscere il tuo attuale livello di Dizione e Public Speaking.

    Contattami e ti aiuterò a scoprire come risolvere i tuoi problemi, scegliendo il percorso didattico più adatto a te!

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Dizione Emotiva e Public Speaking di Caruso Speaker: come parlare bene in pubblico senza paura e ansia e con voce sicura

    Leggi tutto
    Verified by MonsterInsights